Mercoledì, 17 Ottobre 2018

Integratori calcio e vitamina D non riducono rischio fratture

Salute e Benessere
Integratori calcio e vitamina D non riducono rischio fratture
© ANSA

Prendere vitamina D e calcio non preserva gli anziani da fratture: è quanto emerso da un maxi studio su un totale di oltre 51 mila individui over-50 (la revisione di 33 studi precedentemente pubblicati) pubblicato sulla rivista JAMA.
    "E' tempo per gli anziani di smettere di prendere calcio e vitamina D e di cambiare le linee guida in materia", afferma l'autore del lavoro Jia-Guo Zhao, del dipartimento di chirurgia ortopedica dell'ospedale Tianjin in Cina.

    Gli esperti hanno osservato che coloro che prendono calcio e vitamina D alle dosi raccomandate non presentano un rischio di frattura inferiore ai coetanei che non assumono questi integratori o che hanno assunto placebo.
    Semplicemente, quindi, non si è osservato alcun effetto protettivo dall'assunzione di questi integratori che invece alle alte dosi cui spesso sono assunti (fino a 1.000 Unità internazionali) sono stati associati a rischio di cancro, calcoli renali, e anche di morte prematura. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X