Mercoledì, 17 Gennaio 2018

I buchi neri giganti regolano la nascita delle stelle

Scienza e Tecnica
Rappresentazione artistica di un buco nero gigante (fonte: Robin Dienel, courtesy of the Carnegie Institution for Science)
© ANSA

Nelle grandi galassie esiste un meccanismo di controllo delle nascite. A scandire la formazione delle nuove stelle sono i buchi neri giganti che dimorano al centro delle galassie. È la massa di questi mostri cosmici, milioni di volte superiore a quella del Sole, a regolare il ritmo con cui nascono le stelle. Lo dimostra lo studio pubblicato sulla rivista Nature dal gruppo coordinato da Ignacio Martín-Navarro, dell’Università della California a Santa Cruz.

La ricerca si basa sui dati raccolti dal telescopio Hobby-Eberly presso l’osservatorio McDonald, in Texas, che ha analizzato i movimenti delle stelle al centro delle galassie più grandi. Secondo gli astronomi americani, gli enormi buchi neri al loro interno inibiscono la formazione delle stelle, riscaldando e disperdendo il gas grazie alla loro irresistibile attrazione gravitazionale, cui niente riesce a sfuggire, luce compresa.

“È la prima prova diretta dell’effetto dei buchi neri sulla formazione delle stelle nella storia delle galassie”, ha evidenziato Jean Brodie, altro autore della ricerca. Gli astronomi hanno studiato popolazioni di stelle di differente età, confrontandone l’evoluzione con la presenza di buchi neri di masse diverse. “Le osservazioni - ha concluso Martín-Navarro - dimostrano che il processo di formazione delle stelle dura più a lungo nelle galassie che hanno al centro buchi neri più piccoli”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X