Martedì, 24 Aprile 2018
IL BILANCIO

Capodanno e botti, 6 feriti a Palermo: ustioni a una mano per un sedicenne

ROMA. Feste in piazza "blindate" ma senza intoppi per San Silvestro, con la macchina della sicurezza a pieno regime che ha ben tenuto. Botti senza morti, per il quinto anni consecutivo, anche se numerosi sono stati i feriti, specie tra i bambini. E' la fotografia del Capodanno 2018, che ha visto anche aumentare la spesa del cenone, stimata in 2,3 miliardi.

BOTTI, NIENTE MORTI - Per il quinto anno consecutivo nessun morto per i botti di Capodanno, ma il numero dei feriti è in lieve aumento: a fronte dei 184 dello scorso anno, sono stati 212, di cui 36 ricoverati. A Palermo un sedicenne è rimasto ferito alla mano per lo scoppio di un petardo e si trova ricoverato nel reparto di chirurgia plastica dell'ospedale Civico, dove è stato accompagnato dai genitori per essere medicato. Un bambino con un lieve trauma oculare, che non ha richiesto il ricovero, è stato medicato al reparto pediatrico dell'Ospedale Vincenzo Cervello di Palermo. Altre quattro persone con piccole ustioni si sono rivolte al pronto soccorso di Villa Sofia.

Tra i feriti, segnala il Dipartimento di Pubblica sicurezza, alto il numero di bambini: i minori sotto i 12 anni sono stati 35 contro i 22 dell'anno passato; tra questi una bimba di 7 anni ferita di striscio da un proiettile vagante a Crotone e una di 2 ustionata a una guancia nel bergamasco. Accanto alle vittime, i danni: circa 50 cassonetti hanno preso fuoco a causa dei botti a Roma; e in un parcheggio a Fiumicino in fiamme 13 auto. In tutta Italia sono stati 519 gli interventi dei vigili del fuoco, in calo rispetto ai 674 di un anno fa. A Torino l'esplosione di una bomba carta ha provocato 4 feriti, mandato in frantumi finestre e danneggiato auto: i carabinieri hanno trovato 12 bombe simili di fattura artigianale. A Napoli i feriti per i botti sono calati ma aumentano i casi di coma etilico tra i teenager, con 20 portati al Cardarelli; ed è rimasto probabilmente vittima di un raid intimidatorio un 12enne ferito alle gambe da colpi di pistola.

FESTE IN PIAZZA 'BLINDATE' - Da Nord a Sud feste in piazza 'blindate', ma senza incidenti per salutare l'arrivo del nuovo anno. A Roma si è festeggiato in molti punti della Capitale, presidiati da varchi, barriere e forze di polizia. Grande raduno al Circo Massimo per 73mila persone con il concerto-omaggio alla canzone romana della cantante Tosca. "La città sia prima di tutto una comunità", ha detto la sindaca Virginia Raggi. Fuochi d'artificio al Palatino. A Venezia, dove per la fine dell'anno ha fatto la sua comparsa l'acqua alta, in oltre 70mila hanno assistito allo spettacolo pirotecnico in laguna. Per garantire la sicurezza - schierati oltre mille uomini e donne delle forze dell'ordine e della protezione civile.

Festa fino all'alba in piazza a Palermo dove in 7.500 hanno brindato al nuovo anno con la musica, tra gli altri, di Edoardo Bennato; e a Bari, con il concerto di Marco Mengoni. A Pescara, è stato invece Vinicio Capossela a scaldare piazza della Rinascita, dove sono arrivati in 30mila. Brindisi anche nella Piazzetta di Capri, trasformata in discoteca en plein air. Trascorso San Silvestro, la giornata di Capodanno è stata per qualcuno l'occasione per un tuffo sfidando il brutto tempo, visto che piove in gran parte d'Italia: in 263 hanno fatto il bagno a Viareggio per, in 200 a Livorno, in 94 a Reggio Calabria. Poi c'è Mister Ok, all'anagrafe Maurizio Palmulli, che a mezzogiorno a Roma si è tuffato nel Tevere da Ponte Cavour per la trentesima volta.

PRIMI NATI, TANTI FIGLI DI STRANIERI - Tanti figli di genitori stranieri tra i primi nati del 2018. A Roma sono arrivati Bianca e Lucas, di genitori moldavi la prima e filippini il secondo. A Torino Hadega è il primogenito di una coppia egiziana. Di famiglia dominicana Dariel Cauto De la Cruz, a La Spezia, mentre a Pordenone è nato Amar da genitori macedoni. Gosten, nato a Sanremo, è figlio invece di nigeriani.

RIPRESA A TAVOLA - Secondo Coldiretti/Ixè gli italiani hanno speso 2,3 miliardi di euro per i cibi e le bevande del cenone, il 10% in più rispetto allo scorso anno. Stappate 65milioni di bottiglie di spumante, lenticchie presenti nell'86% dei menu.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X