Lunedì, 16 Luglio 2018
TERRORISMO

L'Isis rivendica l'attentato a San Pietroburgo: arrestato nazionalista russo

MOSCA. L'Isis ha rivendicato l'attentato terroristico di mercoledì nel centro commerciale Gigant Hall a San Pietroburgo in cui sono rimaste ferite almeno 18 persone. La rivendicazione, riporta la Bbc online, è arrivata attraverso l'agenzia di stampa Amaq dell'organizzazione.

Intanto l'autore dell'attentato è stato "trovato e arrestato". Lo ha fatto sapere il servizio stampa dei servizi federali di sicurezza russi (FSB). Lo riporta RT.

"L'FSB ha condotto delle indagini che hanno portato all'identificazione e alla detenzione, il 30 dicembre, dell'organizzatore e diretto responsabile della detonazione dell'ordigno esplosivo artigianale nell'area commerciale del supermercato Perekrestok (parte del centro Gigant Hall, ndr) a San Pietroburgo", ha detto l'ufficio stampa dell'FSB. "Il sospetto è stato consegnato al Comitato Investigativo russo per ulteriori indagini", hanno fatto sapere i servizi russi in una nota senza fornire maggiori dettagli.

L'uomo arrestato "è di nazionalità russa, si chiama Dmitri, è di San Pietroburgo e si dichiara membro del movimento nazionalista".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X