Sabato, 20 Gennaio 2018

Veicoli autonomi, favorevole solo 33% automobilisti europei

ROMA - Una parte dell'industria dell'automobile punta con decisione a introdurre nei prossimi anni la guida autonoma ma gli automobilisti europei non sembrano tanto entusiasti del cambiamento in arrivo. Secondo un'indagine commissionata da Mazda a Ipsos, solo il 33% di chi nel Vecchio Continente conduce una macchina è pronto a dare ''il benvenuto all'avvento delle auto in grado di guidare da sole'', un valore che scende al 25% in Francia e Olanda. Ben il 66% del campione, praticamente 2 su 3, chiedono di poter continuare a sedersi al volante anche nel caso di una diffusione di massa di tale tecnologia. Si tratta di una media che ha una punta massima del 71% in Germania, Gran Bretagna, Austria e Polonia e che fa registrare un valore del 50% in Italia.

I risultati del sondaggio, pubblicati in occasione della campagna 'Drive Togheter', studiata dalla Casa nipponica per celebrare il piacere della guida, sono frutto di interviste svolte lo scorso settembre su un campione di 11.008 automobilisti, di undici Paesi chiave della UE.

Lo studio evidenzia che non vi sono particolari preferenze per le auto a guida autonoma da parte dei più giovani rispetto alle altre fasce d'età: ne attendono positivamente l'avvento, infatti, il 33% dei patentati fra i 18 e i 24 anni, il 36% dei 25-34enni, il 34% dei 35-44enni.

Il 69% del campione auspica che le generazioni future continuino ad avere la possibilità di guidare, il 59% nel nostro Paese. Il 36% di quelli che amano guidare considera quest'azione una ''espressione della propria personalità'', valore che sale al 46% in Italia e addirittura al 56% in Polonia. Il 34% degli europei ritiene che guidare rischia di diventare un piacere dimenticato, con una punta del 41% nella Penisola, del 40% in Francia e in Polonia. Il 55% degli europei, il 62% degli italiani, pensa che guidare con a bordo la famiglia o gli amici sia un'esperienza speciale. Secondo lo stesso sondaggio, il 48% dei connazionali con la patente preferisce guidare che giocare ai videogames (la media europea è del 37%), il 35% (23% nella UE) a fare sport o a bere qualcosa in un bar. Infine, sorprende un 13% di italiani che preferiscono farsi un giro in auto piuttosto che uscire con gli amici e addirittura un 9% che lascia il sesso per la guida. Insomma, dalla ricerca emerge quanto sia ancora vivo l'amore degli italiani per la macchina: Il 98% degli intervistati nello Stivale possiede un'auto e il 92% ha guidato nell'ultimo mese - si legge nella nota di commento -. Inoltre, i conducenti del Belpaese amano guidare più della maggior parte degli europei (54% a 42%), ''percentuale che cresce se si considerano il sesso maschile (61% degli italiani contro il 46% della media europea)'''. Riguardo questi risultati, il presidente e CEO di Mazda Motor Europe Jeff Guyton ha dichiarato: ''In Mazda amiamo semplicemente guidare e questa ricerca dimostra chiaramente che un numero enorme di automobilisti europei è d'accordo con noi.

Ovviamente, c'è spazio e ruolo per le auto a guida autonoma, ma per noi e, sembra anche per molti altri, non c'è davvero niente di meglio del piacere fisico della guida''.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X