Lunedì, 16 Luglio 2018

Le stelle cadenti d'inverno, colorate e seguite dal 'papà'

Scienza e Tecnica
Il 13 e 14 dicembre danno spettacolo le stelle cadenti d'inverno, le Geminidi (fonte: Asim Patel)
© ANSA

Maratona spettacolare nel cielo, come non se ne vedevano da tempo: le stelle cadenti di dicembre, le Geminidi, promettono una pioggia luminosa e colorata, resa ancora più brillante dalla presenza discreta della Luna, accompagnate a brevissima distanza dall'asteroide dai cui frammenti sono nate, Fetonte. Per osservare sia le stelle cadenti sia l'asteroide Fetonte, con il commento dell'astrofisico Gianluca Masi, ANSA Scienza e Tecnica propone una maratona di 4 dirette con il Virtual Telescope, la prima delle quali alle 23,00 del 13 dicembre
E' possibile ammirare le stelle cadenti anche di giorno grazie alla diretta prevista alle 9,00 del 14 dicembre, possibile grazie al collegamento tra il Virtual Telescope e il telescopio robotico americano Tenagra Observatories, in Arizona dove sarà notte. Le osservazioni in diretta dell'asteroide Fetonte sono in programma alle 21,00 del 14 dicembre e alle 9,00 del 15 dicembre.

A colorare le stelle cadenti d'inverno è la composizione chimica dei grani che le costituiscono, probabilmente le 'briciole' spazzate via da Fetonte in seguito a una collisione con un altro corpo celeste, e che bruciano nell'impatto con l'atmosfera. Le buone previsioni meteo sono una ragione di più per alzare gli occhi al cielo, a partire dalle 23,00, quando la pioggia comincerà a comparire, come se provenisse dalla costellazione dei Gemelli.

"Le condizioni del cielo promettono di essere molto buone per l'osservazione, con la Luna che sorge al termine della notte e che in questo modo trasforma in automatico le Geminidi nella pioggia di meteore nella più spettacolare dell'anno", ha osservato l'astrofisico Gianluca Masi, responsabile scientifico del Virtual Telescope.

Le Geminidi, ha aggiunto, promettono di essere così brillanti da strappare il primato a quelle che da sempre sono considerate le stelle cadenti per eccellenza, le Perseidi che sfrecciano nel cielo di agosto: "la scorsa estate, infatti, le Perseidi sono state cancellate dal bagliore della Luna piena". Quello del 13 e 14 dicembre è perciò un appuntamento immancabile per gli appassionati del cielo, anche perché "le Geminidi - ha detto ancora Masi - sono meteore generose, con una frequenza media di circa 120 meteore l'ora".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X