Martedì, 24 Aprile 2018

Da ceneri Saab rinasce finalmente la Nevs 9-3 elettrica

ROMA - Dopo una lunghissima attesa, l'iconica Saab 9-3 è rinata per iniziativa dell'azienda cinese Nevs che nel 2012 ne aveva acquistato le attività industriali e una parte dei progetti (ne erano rimaste escluse le proprietà intellettuali General Motors) ma senza poter più usare il marchio Saab, a sua volta 'rientrato' nell'ambito del gruppo aeronautico e della difesa Saab AB. In questi giorni Nevs ha presentato in Cina la versione definitiva della 9-3 che sarà prodotta esclusivamente con propulsione elettrica e con una carrozzeria che è praticamente identica al modello Saab, dunque non 'modernizzato' come avevano lasciato intendere due concept che erano state svelate all'inizio dell'anno. Nevs costruirà la 9-3 nel proprio stabilimento di Tianjin, in Cina, con un programma industriale che prevede una prima fase con output di 50mila unità all'anno, seguita da una crescita della produzione fino a 220mila unità all'anno. Il costruttore cinese, che ha confermato che commercializzerà la 9-3 unicamente nel mercato interno, ha annunciato durante la presentazione di questo primo modello di aver già ricevuto più di 150mila ordini per la 9-3 elettrica, contratti provenienti in maggioranza da parte di società cinesi. Nevs sta lavorando anche ad un progetto per estendere la propria gamma: dopo la 9-3 dovrebbero arrivare altre due famiglie di veicoli elettrici, sviluppati assieme al partner DiDi Chuxing che opera nei ride-sharing e che prevede entro il 2020 una propria flotta di 1 milione di auto elettriche, sia con autista che con sistema di guida autonoma.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X