Martedì, 23 Gennaio 2018

L'Adriatico nei reperti archeologici

Viaggi
© ANSA

TRIESTE - Un libro aperto con le tante storie di uomini e donne che hanno guardato l'Adriatico da una riva o dal ponte di una nave, invocato per placarne le furie o vi si sono avventurati alla ricerca di venti propizi, imprese e fortuna su navi. È l'anima di "Nel mare dell'intimità.
    L'archeologia subacquea racconta l'Adriatico", mostra dedicata alla memoria di Predrag Matvejevic, allestita al Salone degli Incanti di Trieste.
    L'esposizione si apre al pubblico domenica 17 dicembre fino al primo maggio 2018.
    Per la prima volta saranno offerti al pubblico in una visione d'insieme relitti, opere d'arte e oggetti della vita quotidiana, merci destinate alla vendita e attrezzature di bordo, circa un migliaio di reperti provenienti dai numerosi giacimenti sommersi e prestati da musei italiani, croati, sloveni e montenegrini, allestiti in uno spazio di più di duemila metri quadrati.
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X