Mercoledì, 13 Dicembre 2017
DIRITTI CIVILI

L'Australia riconosce i matrimoni gay

CANBERRA. Il Parlamento australiano, con un'ampia maggioranza, ha riconosciuto i matrimoni tra persone dello stesso sesso. Le prime unioni sono attese a febbraio.

La decisione è stata accolta con un applauso dai presenti. La legge ha cambiato la definizione del matrimonio: da unione tra uomo e donna si è passati a "l'unione tra due persone".

Il testo è stato approvato con una maggioranza schiacciante, solo 5 deputati hanno votato contro. La scorsa settimana la stessa legge è passata in Senato con 43 voti a favore e 12 contrari. Dopo l'assenso reale e altre formalità procedurali, la normativa dovrebbe entrare in vigore in un mese circa.

La legge fa seguito al referendum, che impegnava il Parlamento a varare il testo, segnato da una partecipazione del 79,3%, eccezionale per una votazione volontaria, nella quale ha detto 'sì' alle unioni gay il 61,6%, pari a 7,8 milioni di australiani, contro il 38,4% dei no (4,9 milioni).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X