Giovedì, 18 Gennaio 2018
DOPO LE POLEMICHE

Donna russa morta a Bologna, il suo corpo sarà ibernato a Mosca

ibernazione donna russa, Sicilia, Mondo
Il feretro di Galina Riabinina

BOLOGNA. Il corpo di Galina Riabinina, 65enne russa scomparsa quest’estate a Bologna, verrà ibernato dalla Kriorus, società russa che, unica in Europa, offre questo genere di servizio.

Ieri mattina nella camera ardente del cimitero di Bologna si sono concluse le operazioni sulla salma (chiusura del feretro e trasporto verso l’aeroporto), che è partita a mezzogiorno dal 'Marconi' con destinazione Mosca, dove la donna sarà ibernata.

A occuparsi del trattamento di iniziale conservazione del corpo della Riabinina è stata l’agenzia di onoranze funebri di Filippo Polistena, sede a Mirandola (Modena) e succursale a Vibo Valentia, vettore della Kriorus per quanto riguarda l’Italia. Quello della russa è il primo caso di richiesta di crioconservazione in Emilia-Romagna, il terzo in tutta Italia. Il costo dell’operazione s'aggira fra i 5 e i 7 mila euro (ibernazione esclusa). «Il processo di crioconservazione in Italia si sta evolvendo - spiega Polistena - e le richieste per il processo sono in continua crescita».

Il caso di Galina Riabinina ha fatto discutere, portando anche al litigio fra le due figlie della donna, una delle quali voleva che il corpo della madre venisse cremato. Alla fine ha prevalso Tatiana, soddisfatta di "poter così dare in futuro un’altra possibilità di vita a mia madre».

Il corpo sarà ora conservato in un contenitore con azoto liquido, a una temperatura di -196 gradi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X