Venerdì, 15 Dicembre 2017

Bologna-Crotone, sconsolato Donadoni: "Persa una partita incredibile"

BOLOGNA. La partita persa dal Bologna «ha dell’incredibile». Uno sconsolato Roberto Donadoni sintetizza così il 3-2 subito in casa contro il Crotone, dopo il primo tempo concluso in vantaggio:

«Nessuno ci regala niente, e stasera è stato l’esempio pratico. Se siamo bravi a capire questo si riparte, altrimenti saremo sempre qui a raccontarci delle storielle», ha detto l’allenatore degli emiliani, al termine.

«Dobbiamo riflettere - ha aggiunto dalla sala stampa del Dall’Ara - capire e imparare. Bisogna essere più bravi a sfruttare certe situazioni, essere più tranquilli e incidere di più. Non sempre Verdi può inventarsi due punizioni così, a volte i gol arrivano anche alla fine di azioni sporche, ma per sfruttarle bisogna capire che se si rimane fuori dall’area di rigore è difficile fare gol». Nel processo di crescita della sua squadra, alla quarta sconfitta di fila, il tecnico vorrebbe «più malizia e lucidità: il calcio è fatto di cose essenziali, non di estetismi sciocchi».

Chi invece è uscito applaudito dal pubblico avversario è Davide Nicola, allenatore di un Crotone più che convincente. "Siccome si parla sempre di cose poco piacevoli, mi piace sottolineare - ha detto - l’educazione e la sportività dello stadio. Sono soddisfatto: non avevo mai vinto a Bologna, né con Donadoni».

Tra i punti di forza rispetto allo scorso anno Nicola sottolinea «la crescita mentale» dei suoi, finalmente consapevoli «del campionato che stiamo facendo». Insomma, la stagione passata è stata l’apprendistato per un lavoro che sta migliorando di partita in partita. Nicola è contento per le prestazioni individuali, ma soprattutto del fatto «che il Crotone sta giocando da squadra».

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X