Sabato, 18 Novembre 2017
MIGRANTI

Nuova tragedia nel Mediterraneo, sette cadaveri recuperati su un gommone

ROMA. Sette cadaveri sono stati recuperati a bordo di un gommone diretto verso l’Italia al largo delle coste libiche durante un’operazione di soccorso coordinata dalla centrale operativa di Roma della Guardia Costiera. E’ stato l'equipaggio di una unità militare inquadrata nel dispositivo Eunavformed a raggiungere il gommone e a recuperare le sette salme. Sconosciute, per ora, le cause della morte.

Sono, inoltre, state prese a bordo alcune decine di migranti che erano sull'imbarcazione.  Nella stessa area di mare, una decina di miglia a largo delle acque territoriali della Libia, sono state svolte nelle ultime 24 ore altre otto operazioni di soccorso, con un bilancio di circa 900 persone salvate. Nelle attività di soccorso sono state impiegati uomini e mezzi della Guardia Costiera, assetti militari e di organizzazioni non governative.

Continua, dunque, la strage senza fine nel Mediterraneo, dove nel 2017, secondo l’Agenzia delle Nazioni Unite per le migrazioni (Oim), sono morti circa 2.800 migranti. E nonostante - secondo i più recenti dati del Viminale - siano diminuiti del 30,13% gli sbarchi in Italia dal primo gennaio ad oggi rispetto allo stesso periodo del 2016.

La percentuale sale a -78% nel solo mese di ottobre. Gli arrivi dalla Libia, inoltre, sono diminuiti nel 2017 del 93%. In valore assoluto, sempre secondo dati del Ministero dell’Interno, nei primi 10 mesi del 2017 sono giunti in Italia 111.397 migranti a fronte dei 159.427 dello stesso periodo 2016.

Nel mese di ottobre sono giunte 5.984 persone contro le 27.384 dell’ottobre 2016. Infine dalla Libia negli ultimi 30 giorni sono arrivate 1.917 persone contro le 27.384 del 2016.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X