Martedì, 17 Ottobre 2017

Sisal: Petrone, oltre 20 mln per innovare rete pagamenti

Life Style
Emilio Petrone, amministratore delegato del Gruppo Sisal
© ANSA

CAPRI (NAPOLI) - Sisal Group investe oltre 20 milioni di euro per l'innovazione tecnologica del canale dei pagamenti, "con una serie di servizi evoluti capace di rispondere sempre meglio alle esigenze dei cittadini". Lo ha annunciato l'ad Emilio Petrone, intervenendo all'EY Digital Summit. "La rete per i servizi di pagamento - ha spiegato Petrone - rappresenta uno degli asset più importanti del gruppo Sisal e oggi conta oltre 40mila punti vendita in tutta Italia". L'investimento annunciato oggi, ha aggiunto, "testimonia un'ulteriore accelerazione che vogliamo imprimere al business dei servizi di pagamento di SisalPay e all'evoluzione della dotazione tecnologica presente nella nostra rete di punti vendita. Un'evoluzione che stimolerà ulteriormente lo sviluppo della moneta digitale nel nostro Paese. Grazie a strumenti cashless, infatti, la nostra rete ha già contribuito a un cambiamento delle abitudini di consumo delle persone dal contante a strumenti tracciabili, raggiungendo un volume di transazioni tramite moneta elettronica pari al 20% del totale, in continua crescita a doppia cifra anno su anno: un contributo significativo allo sviluppo del Paese e alla realizzazione dell'Agenda Digitale". Petrone partecipava a un panel di discussione sui pagamenti elettronici, tema sul quale si è soffermato anche il Capo Servizio della Tesoreria dello Stato in Banca d'Italia, Pasquale Ferro, che ha annunciato la partenza, a gennaio, della nuova piattaforma Siope+, per il monitoraggio dei pagamenti delle diverse amministrazioni pubbliche che dovrebbe anche accorciare i tempi di pagamento. L'ad di Telepass, Gabriele Benedetto, ha invece annunciato l'obiettivo di trasferire sulla mobilità cittadina (ha fatto l'esempio di Milano, dove tra taxi, car sharing, bike sharing eccetera, si contano 16 diverse applicazioni per i pagamenti) quello che è stato fatto sulle autostrade: "Ci sono 26 concessionarie - ha ricordato - ma gli utenti Telepass non se ne accorgono nemmeno, perché la suddivisione del pagamento viene effettuata dall'azienda e non dall'utente a ogni barriera". "Anche nel settore Energy i sistemi di pagamento online sono ormai imprescindibili se si vuole migliorare la qualità del servizio e la customer experience, assicurandosi al tempo stesso riduzione dei costi", ha sottolineato invece Carlo Bagnasco, amministratore delegato di Eviva, secondo cui il digital payment presenta doppi vantaggi. Dalla parte del consumatore è oggi possibile consultare e pagare in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo le bollette, inviare l'autolettura del contatore, controllare i consumi e contattare direttamente l'assistenza clienti tramite chat. Si tratta di vantaggi che si ripercuotono sulle aziende, che possono così assicurarsi una tempistica nei pagamenti molto più stabile ed una riduzione nella quantità dei solleciti da inviare.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X