Mercoledì, 22 Novembre 2017

La Luna signora del cielo di ottobre

Scienza e Tecnica
La Luna protagonista del cielo di ottobre (fonte: NASA)
© ANSA

La Luna è la protagonista del cielo di ottobre: 'danza' con i pianeti e il 28 avrà gli occhi di tutto il mondo puntati addosso perché si celebra il Moonwatch Party, la Notte della Luna. Nella prima metà del mese tra le 19,00 e le 21,00 si sonoanche molte opportunità di osservare il passaggio della Stazione Spaziale Internazionale, a bordo della quale si trova l'astronauta Paolo Nespoli e che appare come un puntino luminoso che scorre velocemente nel cielo, come un satellite.

''L'evento di maggior rilievo di ottobre è l'edizione 2017 della Notte della Luna'', ha detto Paolo Volpini, dell'Unione Astrofili Italiani (Uai). L'International Observe the Moon Night (InOMN) è una iniziativa lanciata a livello mondiale da numerose organizzazioni, tra cui la Nasa, e in Italia è promossa da Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e Uai.

In occasione della sua serata, il 28 ottobre, la Luna sarà poco oltre il primo quarto: la fase ideale per osservarla al telescopio perché si vedono i crateri e i monti. La Luna è anche protagonista anche di numerose congiunzioni, a partire dall'8 ottobre, quando sorgerà accompagnando l'ammasso stellare delle Pleiadi. Il 17 ottobre, invece, prima del sorgere del Sole si potrà osservare, tra le stelle della Vergine, la sottile falce di Luna calante sorgere seguita da Marte e Venere.

L'impercettibile falce di Luna, il 20 ottobre, incontrerà invece i pianeti Mercurio e Giove, molto bassi sull'orizzonte . La sera del 24 la Luna 'abbraccia' anche Saturno, sempre più basso sull'orizzonte occidentale. I pianeti stanno infatti lasciando il cielo della sera e queste sono le ultime settimane, a esempio, per osservare Saturno.

Per chi ha a disposizione un telescopio, si può osservare invece nelle migliori condizioni Urano: il 19 ottobre il pianeta si trova all'opposizione e quindi sarà osservabile per tutta la notte. All'alba invece sono visibili Venere e Marte, che si troveranno vicini il 5 ottobre. Interessante anche l'osservazione delle costellazioni: cominciano ad apparire a Est quelle invernali, come il Toro e il Gemelli, mentre ad Ovest si potrà vedere un'ultima volta, per quest'anno, il Sagittario.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X