Giovedì, 23 Novembre 2017

Sky presenta i nuovi palinsesti, Diletta Leotta e Ilaria D'Amico accendono il red carpet

MILANO. Rafforzamento del brand e sviluppo dello storytelling. Sono le linee guida di Sky per il futuro annunciate dall’ad Andrea Zappia alla presentazione dei palinsesti a Milano. Una sfida che guarda in primo luogo dalla fiction, con le serie originali.

Ecco quindi che nella nuova stagione un ruolo centrale lo hanno la terza stagione di Gomorra al via il 17 novembre, poi in primavera Il Miracolo, con il debutto alla regia di Niccolò Ammaniti, o Sui Generi, la nuova serie di Maccio Capatonda, solo per citare alcuni titoli. E per il futuro sono già in lavorazione progetti come Zero Zero Zero tratta dal libro di Roberto Saviano e la serie western Django.

Nell’ormai tradizionale evento The Upfront la tv satellitare svela le carte per battere la concorrenza, quella delle tv generaliste ma soprattutto dei nuovi attori come Netflix. Le serie sono, insieme allo sport e l’intrattenimento, il punto di forza della programmazione. Non a caso a Milano era presente Tim Roth, protagonista di Tin Star la serie al via questa sera su Sky Atlantic. Tanti volti noti della tv satellitare hanno sfilato sul tappeto rosso del Teatro degli Arcimboldi: da Alessandro Cattelan, che ha condotto la serata, ai quattro giudici di MasterChef, fino a Levante, Mara Maionchi e Manuel Agnelli della giuria di XFactor, insieme ai Soul System, vincitori dell’ultima edizione. Poi Alessandro Borghese, Enrico Papi e tutti i volti dell’informazione generalista e sportiva. In sala anche Marco D’Amore e Salvatore Esposito, protagonisti di Gomorra, poi Claudio Bisio, Frank Matano e Maccio Capatonda.

«Il cambiamento nel settore dei media è velocissimo e in questo universo Sky è riuscita a consolidarsi e diventare un punto di riferimento, ma non un punto fermo, perché vogliamo guidare il cambiamento», ha detto dal palco Zappia, sottolineando che la crescita dei brand della piattaforma e lo storytelling, soprattutto con le serie originali, sono le linee guida del progetto aziendale. «Brand e creatività si sposano molto bene con il nostro free to air - ha sottolineato -, Tv 8 sta andando molto bene rimarcando una differenza non solo rispetto a Sky, ma rispetto a tutto lo scenario competitivo».

Proprio su TV8 è in arrivo la prima produzione comedy di Sky, The Comedians con Claudio Bisio e Frank Matano. Oltre allo sport, che dalla stagione 2018-2019 potrà tornare a contare anche sulla Champions League, ai film in prima visione, all’informazione di SkyTg24, l’altro campo d’azione è l'intrattenimento: X Factor, Hell's Kitchen, MasterChef, E Poi C'è Cattelan, con la novità di uno speciale natalizio, sono alcuni dei titoli principali. Spazio anche ai documentari, anche originali su Sky Arte. Due i progetti di film d’arte realizzati da Sky, prossimi al debutto in sala e poi in tv: Michelangelo - Infinito, con Enrico Lo Verso, e Caravaggio - L’Anima e il Sangue.

Il tutto in attesa di Sky Q, un nuovo decoder e una nuova interfaccia che sarà lanciato nei prossimi mesi e aprirà le porte all’Ultra HD. «Se avete visto tanta innovazione in Sky - ha affermato Zappia -, preparatevi a vederne ancora di più. Tra pochi mesi lanceremo Sky Q, con una grande fluidità tra gli schermi di casa e una user interface completamente nuova che consentirà alla grande creatività che abbiamo di emergere al meglio. Arriverà così anche il 4K, l’utra Hd che ci consentirà di fare un altro passo in avanti nel nostro percorso di innovazione tecnologica».

«Entro l’anno - ha annunciato ancora Zappia - porteremo nelle case anche il nostro Sound Box, che consentirà una qualità di ascolto eccellente dei nostri contenuti».

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X