Giovedì, 23 Novembre 2017

A Francoforte telematica italiana per mobilità del futuro

FRANCOFORTE - Il dispositivo "social" Motoplatinum Box pensato per tenere in contattop fra loro i motociclisti, l'apparecchio Mini Dongle che fornisce dati georeferenziati sugli incidenti e un innovativo modulo GPS di rapida installazione TEXA CARe+ sono alcune delle interessanti premiere tecnologiche presentate al Salone dell'auto di Francoforte dalle aziende italiane della telematica. Sono esposte nell'ambito di Italian Creativity shaping Future Mobility, l'area organizzata all'interno della seconda edizione di New Mobility World dall'Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica (ANFIA) in collaborazione con l'ICE (Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane).

Motoplatinum Box della B2C Innovation, permette di tenere in contatto la comunità social di motociclisti con scambi di informazioni in tempo reale mentre sono alla guida. Dall'azienda sottolineano: "Permette di visualizzare via app la posizione esatta, lo stato del veicolo e della batteria. Mette in contatto i biker nelle vicinanze, offrendo la possibilità di condividere i tragitti percorsi con gli altri motociclisti inserendo commenti, consigli e foto".

Il Mini-Dongle, realizzato dalla Meta System di Reggio Emilia, è un'innovatica unità btelematica per presa EOBD, facile da installare che "fornisce i dati degli incidenti georeferenziati con GPS - spiegano dall'azienda di Reggio Emilia -. Questi vengono vengono memorizzati localmente in una memoria e trasferiti su richiesta ad uno smartphone tramite Bluetooth".

Disponibile sul mercato dal 2018, TEXA CARe+ è una nuova e avanzata soluzione 'plug&play' dotata di connettività autonoma. Dalla TEXA chiariscono: "E' equipaggiato con sensore GPS, accelerometro, giroscopio e sensore di temperatura e pressione, ed è dotato di connettività mobile, può essere configurato in remoto e le sue funzionalità possono essere ampliate attraverso moduli aggiuntivi".

La sezione Telematica e Infomobilità di ANFIA raggruppa le aziende italiane attive nel comparto, che rappresenta un'eccellenza nazionale: rappresenta il 100% del mercato italiano delle assicurazioni telematiche e il 70% dei servizi del veicolo connesso. Il mercato ITS complessivo nel 2014 nel Belpaese è stato stimato da una ricerca di TTS Italia intorno a 1.500 milioni di euro, con un fatturato triplicato rispetto al 2004 e con investimenti per quell'anno di circa 67 milioni di euro.

"La connettività e gli Intelligent Transportation Systems (ITS), compresa l'automazione del veicolo – spiega Aurelio Nervo, Presidente di ANFIA - sono una realtà industriale importante per il nostro Paese, con interessanti prospettive di sviluppo nel breve-medio periodo. In presenza di una crescente domanda di nuovi servizi di mobilità, gli ITS sono ormai entrati nella quotidianità degli utenti, ed è anche dalla disponibilità di questi servizi che si misura la qualità e l’efficienza di un sistema di trasporto. Forti dell'esperienza del 2015 abbiamo voluto confermare la nostra presenza anche per quest’edizione, nell’intento di dare una visibilità internazionale ai prodotti, servizi e competenze delle aziende italiane più all’avanguardia sul fronte delle nuove tecnologie per la mobilità".

 

 

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X