Martedì, 21 Novembre 2017

"Manufatto in Situ" a Foligno

FOLIGNO - Dieci anni di arte ambientale e di residenze artistiche in Umbria saranno in mostra a Foligno nella mostra archivio "Manufatto in Situ/10 paesaggi", a cura di Viaindustriae, allestita in dieci stazioni "micro-paesaggio" che descrivono una geografia contemporanea di luoghi artistici "dimensione ambiente" dal 1962 ad oggi, a partire dall'Umbria fino ad arrivare ad altre esperienze italiane e non solo.
    Tutto sarà visitabile negli spazi del Centro italiano arte contemporanea (Ciac) fino al 7 gennaio 2018.
    La mostra è organizzata in tavoli tematici: architettura ad arte, sculture in città, spazio dell'immagine, paesaggio responsabile, paesaggio nomade, paesaggio domestico, difesa della natura, paesaggio politico, paesaggio sonoro, post-paesaggio. Snodo centrale è "La bottega di Sol", laboratorio delle "forme complesse" che testimonia il rapporto forte ed integrato che l'artista americano Sol Lewitt aveva con il territorio umbro.
    Le tracce artistiche dei dieci anni delle edizioni "in situ", che Viaindustriae ha curato dal 2007 al 2017 invitando oltre 100 artisti, convivono con la vasta documentazione di questi scenari e l'opera di artisti tra i quali: A Constructed World, Vincenzo Agnetti, Mario Airò, Gianfranco Baruchello, Joseph Beuys, Caretto&Spagna, Chto Delat, Gino De Dominicis, Fernando De Filippi, Lucio Fontana, Piero Gilardi, Stefano Graziani, Licio Isolani, Kinkaleri, Sol Lewitt, Enzo Mari, Luca Maria Patella, Anne & Patrick Poirier, Raqs Media Collective, Mauro Staccioli, Ufo, Giuseppe Uncini.
    La struttura della mostra, di carattere "documentario", è anche osservatorio in corso, concepita per essere integrata nel periodo espositivo, aperta ad integrazioni, osservazioni e correzioni. Il sito internet di riferimento è www.centroitalianoartecontemporanea.com. (ANSA).
   

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X