Domenica, 21 Ottobre 2018
TEATRO

Sconosciuto alle bibliografie, spunta atto unico di Eduardo De Filippo: fake o inedito?

NAPOLI. Si intitola «Dduie paciune», è un atto unico e reca sul frontespizio la firma «Eduardo De Filippo».

Possibile che ci si trovi di fronte a un inedito del grande drammaturgo?

Oppure si tratta di un fake, visto che di un titolo del genere non c'è traccia in alcuna biografia/bibliografia dell’autore? Il testo è stato trovato dall’attore Giulio Adinolfi nel corso dei lavori di catalogazione dell’archivio personale di Enzo Cannavale che, da qualche mese, è conservato nella Libreria del cinema e del teatro che i figli, Alessandro, Andrea e Gabriella, insieme alla mamma, Barbara, hanno voluto dedicare allo stesso Cannavale in via del Parco Margherita. A dare notizia della vicenda è il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione cultura.

«Se fosse davvero un inedito di Eduardo la cultura napoletana e quella mondiale avrebbero avuto un bellissimo regalo di fine estate» afferma Borrelli.

«Alessandro Cannavale, figlio di Enzo, ha pubblicato, sul suo profilo fb, la foto della prima pagina del copione, chiedendo aiuto per capire se sia davvero un inedito» ha aggiunto Borrelli sottolineando che immediatamente s'è avviato un tam tam tra artisti e critici teatrali, ma, al momento, nessuno ricorda l’esistenza di questo copione».

«I fratelli Cannavale e Adinolfi sono in contatto con tutte le fondazioni, le associazioni e le Istituzioni culturali e teatrali e, al momento, non ci sono prove dell’esistenza di questo atto unico» ha aggiunto Borrelli.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X