Lunedì, 25 Settembre 2017

Le star di domani, da Elle Fanning a Charlie Plummer

di Francesca Pierleoni

La ricerca di enfant prodige ad Hollywood non si ferma mai, da Mickey Rooney a Jodie Foster, da Kurt Russell a Natalie Portman, senza dimenticare ventenni o poco più di oggi già lanciatissimi come Maisie Williams e Sophie Turner da Il trono di spade, Asa Butterfield, Chloe Grace Moretz, Tom Holland (il nuovo Spider-man), Hailee Steinfeld, Tye Sheridan, Dylan Minnette, Zendaya o Lucas Hedges. E tra i post Millennials c'è già un agguerrito plotone di under 20 su cui produttori e autori Usa scommettono.

Basti pensare a Elle Fanning, classe 1998, che potrebbe arrivare alle nomination all'Oscar con L'inganno di Sofia Coppola, o Charlie Plummer, 18enne vincitore del premio Marcello Mastroianni alla Mostra del Cinema di Venezia con Lean on Pete di Andrew Haigh e protagonista di All the Money in the World di Ridley Scott, sul rapimento Getty. Passando, fra gli altri, per McKenna Grace, 11 anni, interprete della nipote geniale di Chris Evans di una delle sorprese indie della stagione Usa, Gifted (nelle sale italiane a novembre) e Iain Armitage, nove anni, scelto per impersonare la versione 'kid' del brillante e bizzarro scienziato Sheldon Cooper, in Young Sheldon, prequel della sitcom cult The Big Bang Theory.

"Amo il rischio. Se qualcosa sembra impossibile, voglio provare a farlo. E' il mio motto in molti modi. Tento di accettare cose molte diverse l'una dall'altra. Mi rafforza e mi fa crescere", ha detto in un'intervista recente con l'Independent la 19enne Elle Fanning, che ha iniziato a recitare a tre anni, seguendo le orme della sorella maggiore Dakota. Dopo film come Babel di Inarritu e Il curioso caso di Benjamin Button di Fincher, è stata protagonista a 10 anni per Sofia Coppola di Somewhere, vincitore del Leone d'oro 2010. Alterna blockbuster come Maleficent a opere d'autore come il provocatorio The Neon demon. Nel 2016 si è diplomata al liceo ed è tornata sul set diretta da Sofia Coppola per il pericoloso gineceo de l'inganno. A Toronto debutterà un'altra sua attesa prova d'attrice, quella in Mary Shelley della saudita Haifaa al-Mansour (La bicicletta verde). E sarà protagonista, con Timothée Chalamet e Selena Gomez del prossimo film, ancora senza titolo, di Woody Allen.

Era dato fra i favoriti per il reboot di Spider-Man, ma il talento del 18enne Charlie Plummer gli ha portato subito nuove occasioni. In 'Lean on Pete' (titolo italiano Charlie Thompson) dà vita a un 15enne sbandato che trova nel legame con un vecchio cavallo da corsa la possibilità di ricominciare. Invece per Ridley Scott in All the Money in the World è l'allora 16enne John Paul Getty III, rapito a Roma nel 1973. I critici li ha già conquistati nel 2015 con King Jack di Felix Thompson (premio del Pubblico al Tribeca) nei panni di un teenager bullizzato.

Attrice, cantante e attivista contro le discriminazioni razziali e di genere, Amandla Stenberg, 18 anni, si è messa in luce nel ruolo di Rue in Hunger Games (2012). Quest'anno la sua performance nel romantico Noi siamo tutto di Stella Meghie (in Italia a settembre), ha confermato secondo i critici le sue potenzialità da futura star. Ha già pronto per le sale il dramma di guerra Where hands touch di Amma Asante e sta girando il fantascientifico The darkest minds di Jennifer Yuh Nelson, dal successo letterario young adult di Alexandra Bracken.

Il carisma della 13enne britannica Millie Bobby Brown, interprete di Undici, la bambina con poteri telecinetici nella serie Netflix Stranger Things (la seconda stagione arriverà a ottobre), le ha già portato vari premi e l'entrata in gara agli Emmy 2017. Ora sta girando il suo primo film, Godzilla: King of the Monsters di Michael Dougherty.

Continua a bruciare le tappe Jacob Tremblay, 10 anni. Dopo i riconoscimenti per l'intenso Room (2015), ha girato, fra gli altri, Wonder di Stephen Chbosky (esce a novembre negli Usa e a gennaio in Italia), con Julia Roberts e Owen Wilson, nel quale interpreta un bambino affetto da una deformità facciale. Inoltre Xavier Dolan l'ha voluto per uno dei ruoli chiave nell'atteso La mia vita con John F. Donovan.

Il regista canadese (enfant prodige a sua volta) per il film ha scelto anche un'altra under 20 in ascesa, la 19enne Bella Thorne. Cresciuta artisticamente nella factory Disney, è stata recentemente protagonista di Amityville: il risveglio ed ha una nomination ai Teen Choice Awards per la sua nuova serie, Famous in Love, appena rinnovata per una seconda stagione.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X