Sabato, 21 Ottobre 2017
PYONGYANG

La Corea del Nord minaccia gli Usa dopo le sanzioni: "La nostra vendetta mille volte più grande"

SEUL. La vendetta della Corea del Nord  contro gli Stati Uniti per le dure sanzioni Onu sarà «mille volte più grande": lo ha affermato oggi Pyongyang in un  comunicato in cui il regime afferma che le sanzioni sono il  frutto di un «odioso complotto degli Usa per isolare e soffocare» la Corea del Nord. Le misure, prosegue la nota, non costringeranno mai il Paese a trattare sul suo programma nucleare.

La Corea del Nord rappresenta una crescente minaccia, seria e diretta, contro gli Stati Uniti, la Corea del Sud e il Giappone, così come contro gran parte dei Paesi nel mondo": lo hanno affermato il presidente Usa Donald Trump e il presidente sudcoreano Moon Jae-in in una dichiarazione congiunta rilasciata dalla Casa Bianca dopo un colloquio telefonico avvenuto ieri sera tra i due leader.

Il miglior segnale che la Corea del Nord potrebbe dare per dimostrare che è pronta a negoziare con gli Stati Uniti sarebbe quello di interrompere i lanci missilistici: lo ha detto il Segretario di Stato americano Rex Tillerson a Manila.

Parlando a margine dell’Associazione delle nazioni del sudest asiatico nella capitale filippina, Tillerson ha sottolineato che l'interruzione dei lanci rappresenterebbe il «primo e più forte segnale» da parte di Pyongyang.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X