Giovedì, 21 Settembre 2017

Più confortevole e accattivante, Nissan X-Trail si rinnova

VIENNA - Il frontale ridisegnato e l'abitacolo di livello premium sono le novità più evidenti del restyling della terza generazione del Nissan X-Trail. Oltre a un aspetto più accattivante, il Suv nipponico vanta un comfort di viaggio migliorato e una dotazione tecnologica più ricca, che ne ha aumentato la sicurezza di guida. Con questo aggiornamento, il ''fratello maggiore'' del Qashqai riaffila le sue armi, dopo aver conquistato nel 2016 il titolo di crossover più popolare del pianeta con 766.000 veicoli venduti, di cui 115.000 in Europa e 6.000 nello Stivale.

Già ordinabile in Italia ma disponibile nelle concessionarie da ottobre, il facelift sfoggia la nuova griglia V-motion, proiettori con differente firma a LED, un diverso taglio dei fari fendinebbia e della parte inferiore del paraurti. Dietro, si notano i fanali a LED dalla grafica più moderna mentre la silhouette sulle versioni Tekna appare slanciata da cromature sotto porta. Tra gli elementi distintivi spiccano, poi, gli inediti cerchi in lega da 17'' e 18'' e l'antenna ''shark fin'' sul tetto.

Nell'abitacolo si apprezzano la superiore qualità dei materiali (le plastiche della plancia sono più morbide) e le finiture più curate, in particolare nell'area delle bocchette d'aerazione. E' cambiato il design della leva del cambio automatico e del poggia gomito. Il volante, più piccolo e sportivo, ha la corona con la parte inferiore piatta (D-Shape) che è riscaldabile per le varianti Tekna. Lo stesso allestimento prevede riscaldabili sia i sedili anteriori sia quelli posteriori. Il bagagliaio, che misura 1.996 litri, sulla cinque posti è più grande di 15 litri rispetto a quello del modello precedente e può contare su un layout con nove possibili configurazioni. Il portellone elettrico dispone adesso di apertura e chiusura automatica ''handsfree'', che si attiva cioè passando il piede sotto il paraurti. A livello di intrattenimento, nella dotazione standard figura la radio digitale e nella disponibilità spicca il sistema audio Premium Bose. Al volante della turbodiesel 2.0 dCi da 177 Cv si nota un deciso miglioramento quanto a comfort acustico. Sugli sterrati delle montagne intorno a Vienna, l'X-Trail conferma di trovarsi a proprio agio in offroad: robusto e ben ammortizzato, se equipaggiato con le quattro ruote motrici non teme i passaggi accidentati. Nei lunghi viaggi i chilometri scorrono via con maggiore relax, grazie al supporto garantito dalle nuove tecnologie per la sicurezza. Sistemi che si rivelano utili anche in città. La frenata di emergenza intelligente ora è dotata di riconoscimento dei pedoni. Il dispositivo di assistenza al parcheggio adesso è integrato dal rilevamento posteriore degli ostacoli in movimento: un valido aiuto nelle uscite in retromarcia dai posteggi a ''spina di pesce''. Questi si aggiungono, tra gli altri, alla visione dall'alto del veicolo (Intelligent Around View Monitor), alla telecamera che legge i cartelli stradali e all'avviso del cambio involontario di corsia.

Entro il 2018, poi, sarà ordinabile il ProPilot che in autostrada, in determinate condizioni di traffico, permetterà al conducente di togliere le mani dal volante, per distrarsi dalla tensione della guida. Proposto in Italia sia a 2 sia a 4 ruote motrici, con 5 o 7 posti, il nuovo X-Trail prevede un listino che parte da 25.650 euro ed è articolato su cinque livelli di allestimento: Visia, Acenta, Business, N-Connecta, Tekna. La gamma motori comprende due Diesel 1.6 dCi, con potenze di 130 e 177 Cv, e un benzina 1.6 DIG-T da 163 Cv. Per le varianti a gasolio è disponibile la trazione integrale: il cambio automatico di tipo CVT può essere ordinato abbinato alle 2WD e alle 4WD ma in quest'ultimo caso solo per la più potente delle due.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X