Giovedì, 21 Settembre 2017

Tesla Model 3, finalmente al via in Usa consegne a clienti

ROMA - Con la consegna delle prime auto a 30 clienti Usa (fra gli oltre 400mila che l'avevano già prenotata versando 1.000 dollari), Tesla ha ufficializzato il debutto della Model 3, la berlina 'compatta' - è lunga quasi come una Bmw Serie 3 - a trazione completamente elettrica, che va a completare in basso la gamma della Casa di Palo Alto.

A presentare la versione definitiva della Model 3 è arrivato nello stabilimento di Fremont, in California, lo stesso boss di Tesla, Elon Musk che ripone in questa auto, la prima da produrre in grandi numeri, anche la speranza di poter dare finalmente utili agli investitori, che hanno creduto nei suoi avveniristici progetti e lo hanno posizionato al top (per capitalizzazione in borsa) al primo posto assoluto tra i costruttori automotive.

Model 3 viene proposta per il momento nella sola variante Long Range, con autonomia da 220 miglia (500 km), il cui listino parte da 44.000 euro. Da ottobre sarà affiancata dalla versione Standard, con autonomia di 220 miglia (350 km), che costa 35.000 dollari, mentre nella primavera del 2018 la gamma sarà completata dalle varianti a quattro ruote motrici.

Le vendite della Tesla Model 3 nei mercati fuori dagli Stati Uniti inizieranno nella seconda metà del prossimo anno, ad esclusione di quelli dove si guida sul lato sinistro della strada, che riceveranno le prime Model 3 solo nel 2019.

Molto vicina alle auto mostrate come anticipazione, la nuova 'compatta' Tesla resta fedele nel design ai modelli che l'hanno preceduta - la Model S e la Model X - evidentemente con un diverso rapporto tra ingombri esterni (è lunga 4 metri e 69) e spaziosità dell'abitacolo.

Minimale, come d'abitudine, anche la plancia, che è raggruppata in pratica in un display touch grande formato 15 pollici, sistemato al centro in posizione orizzontale e non, come avviene con quello da 17 pollici delle altre Tesla, verticalmente. Da notare che la funzione di guida semiautonoma Autopilot sarà disponibile anche nella Model 3, ma con supplemento di prezzo (5.000 dollari), che per il momento sarà il punto di passaggio 'obbligatorio' per dotate successivamente anche questo modello del pacchetto Full Self-Driving Capability non appena sarà disponibile, e che richiederà una spesa di altri 3.000 dollari.

Alcuni giornalisti Usa hanno già avuto la possibilità di provare brevemente la Model 3 attorno alla 'factory' di Fremont, senza poter verificare però se le promesse fatte da Elon Musk a livello di prestazioni, e tantomeno di autonomia, corrispondono alla realtà.

La Model 3 Standard (con energia disponibile che dovrebbe collocarsi tra 50 e 55 kWh) dovrebbe infatti accelerare da 0 a 100 km/h in 5,6 secondi e toccare i 209 km/h, mentre la più potente Model 3 Long Range (che dovrebbe disporre di 70-75 kWh) è accreditata di un tempo di 5,1 secondi e una velocità di punta di 225 km/h.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X