Lunedì, 25 Settembre 2017

Arriverà nel 2019 la Mini 100% elettrica fabbricata a Oxford

ROMA - Bmw accelera nel processo di elettrificazione della gamma e, dopo aver comunicato i positivi risultati di vendita della gamma Bmw i e di quella i-Performance (100mila unità immatricolate nel 2016), annuncia ora il debutto per il 2019 della Mini EV 3 porte, realizzata sull'architettura flessibile che permetterà di elettrificare tutte le serie e arrivare così ad offrire - per ogni gamma - un modello elettrico o ibrido plug-in. Al 'traguardo' del 2025 il Gruppo Bmw si attende che le vendite di proprie auto elettriche o elettrificate raggiungeranno una quota compresa fra il 15 e il 25%. La Mini EV, basata appunto sulla sola carrozzeria hatchback 3 porte, verrà costruita (nonostante la Brexit) nell'impianto britannico di Oxford, utilizzando parti specifiche che arriveranno dal settore di e-mobility del Gruppo Bmw che utilizza gli impianti di Dingolfing e Landshut. ''Nell'ambito del network produttivo del Gruppo - ha detto Oliver Zipse, membro del board di Bmw AG con responsabilità per la produzione - il centro di competenza per la mobilità elettrica e i suoi impienti di Dingolfing Landshut giocano un ruolo primario. Il nostro sistema flessibile di produzione è assolutamente innovativo e in grado di reagire rapidamente ai cambiamenti della domanda dei consumatori. Se necessario - ha ribadito Zipse - possiamo rapidamente incrementare la produzione di componenti per la catena cinematica elettrica in linea con gli sviluppi dei mercati''.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X