Mercoledì, 22 Novembre 2017

Ad Arles festa fotografia, 40 mostre

ARLES - Da Annie Leibovitz e Joel Meyerowitz, due tra i maggiori fotografi americani attuali, a Audrey Tautou, l'Amelie Poulain di Montmartre, che si mette a nudo in una serie di sorprendenti autoritratti. Dalle foto 'vernacolari' della Colombia, con nani giganti e ballerine, a quelle attuali e sorprendenti dell'Iran anno 38 dalla rivoluzione, tra magia e realpolitik. Dallo scultore francese Jean Dubuffet e dall'eccezionale archivio fotografico delle sue opere e dei suoi progetti, ai busti scomparsi di Lenin al sogno chimico della Monsanto, che a Disneyland sognava la casa in plastica per tutti.
    Arles, in Provenza, è una città in festa, dal 3 al 9 luglio, per Rencontres di fotografia, il maggiore festival mondiale dedicato alle foto e ai fotografi di ieri ed oggi, in grado di attirare fino a 100 mila persone in tutto. Alla 48/a edizione, il Festival presenta ben 40 mostre, aperte fino al 24 settembre, attirando sia i più grandi fotografi attuali, esperti del settore, aficionados e anche migliaia di turisti.
   

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X