Lunedì, 11 Dicembre 2017

A Venezia i vetri di Vittorio Zecchin

Viaggi
© ANSA

VENEZIA - Sarà dedicata a Vittorio Zecchin, artista che negli anni '20 reinterpretò la classicità per rilanciare e modernizzare Murano, l'esposizione autunnale de "Le Stanze del Vetro", alla fondazione Cini, a Venezia. In mostra, dall'11/9 al 7/1, a cura di Marino Barovier, una raffinatissima produzione di 250 opere monocrome in vetro soffiato, realizzate quando il pittore era direttore artistico per la V.S.M.
    Cappellin Venini & C.(1921-25), prima, e per la M.V.M. Cappellin & C poi (1925-26). L'inaugurazione di "Vittorio Zecchin: i vetri trasparenti per Cappellin e Venini" sarà l'evento di apertura di "The Venice Glass Week", il primo festival internazionale dedicato all'arte vetraria, con particolare riguardo a quella muranese, a Venezia dal 10 al 17/9. L'iniziativa è promossa dal Comune di Venezia e ideata da tre istituzioni culturali che da anni lavorano sul tema - Fondazione Musei Civici di Venezia, Fondazione Giorgio Cini, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - e dal Consorzio Promovetro Murano.
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X