Lunedì, 26 Giugno 2017

In una piazza Duomo blindata parte il concerto di Radio Italia: attesa la replica a Palermo

MILANO. Un concerto differente dalle passate edizioni per numeri e vincoli, quello di Radio Italia Live 2017 che ha preso il via ieri sera in piazza Duomo, ma non nella sostanza della musica, che è rimasta la protagonista dell’ormai tradizionale evento dell’inizio estate milanese.

Dopo i fatti di Manchester e di Torino, le misure di sicurezza decise dalla Prefettura sono aumentate, ma nonostante le importanti novità (piazza transennata, varchi d’accesso presidiati dalle forze dell’ordine e soprattutto una capienza massima stabilita in 23.500 persone), già dal primo pomeriggio in occasione delle prove degli artisti, Piazza Duomo ha cominciato a fare festa.

Precisa la divisione del pubblico, sempre per motivi di sicurezza, con una prima zona denominata Area 1, più vicina al palco e aperta in tarda mattinata, oltre ad una seconda area delimitata dai portici esterni della Galleria da un lato e le transenne piazzate all’angolo con corso Vittorio Emanuele dall’altro.

Presenti in gran forza vigili e volontari della Protezione Civile e un primo filtraggio del pubblico è stato effettuato dalle forze dell’ordine (in piazza con trecento unità tra militari e agenti) muniti anche di metal detector. Chiusa già dalle 15 la stazione Duomo della metropolitana e prima dell’inizio della manifestazione gli speaker di Radio Italia hanno cominciato ad indicare i modi corretti per uscire dall’area del concerto.

Chiuse al traffico anche le vie attorno alla piazza, che per un giorno è diventata la piazza di Radio Italia e della musica nazionale, caratterizzata anche dalla predominanza del colore bianco, per via dell’iniziativa 'La musica è più forte' lanciata dall’emittente, che ha chiesto a tutti di indossare una maglietta bianca «in segno di rispetto per tutti i recenti accadimenti - ha detto il fondatore e Presidente di Radio Italia, Mario Volanti - ma anche per unirci tutti insieme ancora più degli anni scorsi».

Sul fronte tutto musicale dell’evento targato Radio Italia, ad inaugurare il palcoscenico, pochi minuti prima delle 20, ci ha pensato Saturnino con la sua introduzione al basso, seguito da Giorgia, Benji e Fede, presentati dai due conduttori ufficiali Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu che con Giorgia hanno anche duettato a modo loro, oltre che da Umberto Tozzi, prima da solo e poi con Anastacia.

Nella scaletta, previsti in rapida successione, anche Lele, Emma, Francesco Gabbani, Alessandra Amoroso, da sola e poi assieme a Fedez e J-Ax, Fiorella Mannoia, Samuel, Nek ed Elodie. A chiudere la serata è invece attesa l’esibizione di Andrea Bocelli.

Il concerto di ieri, così come accadrà per l’evento gemello in programma a Palermo venerdì 30 giugno, è trasmesso in diretta contemporanea su Radio Italia, Radio Italia Tv e in streaming su radioitalia.it. Novità dell’edizione 2017 è invece la diretta televisiva di entrambe le date su Real Time e su Nove.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook