Mercoledì, 22 Novembre 2017
TECNOLOGIA

Cam a 360° anche su smartphone: un’idea con lo «zampino» siciliano

di

PALERMO. I video sono in forte crescita sul web, stanno aumentando vertiginosamente grazie alle piattaforme di condivisione social perché offrono una visione più dinamica rispetto alle fotografie. Ma da qualche mese le immagini che viaggiano in rete hanno una nuova prospettiva, il campo visivo si è allargato fino a 360 gradi, offrendo una panoramica totalmente immersiva che porta l’osservatore al centro della scena di ripresa.

Le classiche action cam, denominate così perché miniaturizzate, indossabili ed utilizzabili per effettuare riprese sportive in soggettiva, ovvero dal punto di vista di chi vive l’azione, sono dotate di un obiettivo grandangolare che permette di allargare l’inquadratura, ma le nuove action cam sono arrivate a un campo visivo di 360 gradi grazie a una doppia lente sferica. Così i filmati includono sia il soggetto ripreso che l’intera scena circostante, in una visione sferica coinvolgente. L’effetto è davvero singolare e molti social, come ad esempio Facebook, hanno già incluso questa caratteristica offrendo agli utenti la possibilità di caricare filmati e foto in questo formato. Quando vi si presentano sullo schermo fotografie o video panoramici una piccola icona posta nella parte bassa dell’immagine indica questa modalità; per visualizzare tutta la scena basta spostare il dispositivo puntandolo come se si stesse effettuando la ripresa, ruotando su se stessi: l'effetto è coinvolgente, ci si sente al centro dell'azione.

Attualmente non esistono smartphone in grado di realizzare video sferici a 360 gradi, solo le videocamere più avanzate consentono questa ripresa così particolare, ma da qualche giorno è stato presentato ufficialmente un dispositivo che trasforma qualunque cellulare in una action camera ipergrandangolare. L’idea arriva dagli Stati Uniti, dall’italo americano Giovanni Tomaselli, co-fondatore della ION Imaging.

Tomaselli, è di origini siciliane, suo padre è di Valguarnera, in provincia di Enna, ma vive a Filadelfia in Pennsylvania. Ha sempre seguito con molta attenzione le tendenze tecnologiche dei dispositivi indossabili, ricoprendo ruoli di management per diverse multinazionali del settore, come Sony, SanDisk, Microsoft e Polaroid; questa esperienza lo ha portato a definire un nuovo marchio destinato a diventare un punto di riferimento per tutti i produttori di smartphone.

La ION 360 si compone di una microcamera sferica alloggiata in una struttura adattabile a qualsiasi cellulare di nuova generazione. Una specie di cappuccio che si incastra sullo smartphone trasformandolo in un dispositivo avanzato in grado di effettuare riprese sferiche a 360 gradi.
La miniaturizzazione ha reso questi dispositivi particolarmente adatti alle riprese di scene d'azione immersive, infatti vengono spesso utilizzati in sport come il surf da onda, lo snowboard o la mountain bike.

Tra i tanti marchi noti si fa notare anche un'azienda italiana, Midland, che ha debuttato recentemente con un modello di action cam full immersion, che consente di condividere in tempo reale foto e video sui social. Le dimensioni ridotte, 104 grammi di peso e 6 centimetri di base, la rendono particolarmente flessibile e adattabile.

Questa estate video e fotografie panoramiche saranno alla portata di tutti, sui social sarà come tuffarsi nella realtà virtuale.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X