Sabato, 20 Ottobre 2018
MEDITERRANEO

Naufragio di un gommone al largo della Libia, i superstiti: "Morti 52 migranti"

ROMA. Cinquantadue dispersi in mare al largo della Libia per l’ennesimo naufragio di un gommone che trasportava migranti diretti verso le coste italiane ma che non ha retto più di alcune miglia dopo la partenza. Una nuova tragedia alla quale si aggiungono i sette cadaveri recuperati a bordo di altri gommoni soccorsi nella stessa giornata.

A parlare dei 52 dispersi sono stati gli altri migranti, 78 in tutto, che erano a bordo del gommone naufragato, dopo essere stati soccorsi. Secondo il loro racconto il gommone era carico di 130 persone quando, ad alcune miglia al largo, molti dei passeggeri sono finiti in acqua. Sul luogo del naufragio è intervenuta, con il coordinamento della Guardia costiera italiana, una delle navi che operano nel Mediterraneo centrale il cui equipaggio è riuscito a prendere a bordo 78 persone.

L’operazione di soccorso è una delle dodici che sono state realizzate oggi, coordinate dalla centrale operativa di Roma della Guardia Costiera. Durante queste operazione sono stati recuperati i cadaveri di sette persone, a bordo di e sono state tratte in salvo più di 1.650 persone.

I migranti erano a bordo di nove gommoni e tre barchini in navigazione nel Mediterraneo centrale verso l’Italia. I sette cadaveri sono stati recuperati a bordo di tre diversi gommoni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X