Sabato, 21 Luglio 2018
L'INTERVISTA

La Cassazione su Riina, Gonnella: "Così lo Stato è più forte"

di
cassazione, ergastolo riina, mafia, sistema penale, Patrizio Gonnella, Totò Riina, Sicilia, Cronaca
Patrizio Gonnella, presidente dell’associazione «Antigone»

PALERMO. «In attesa di leggere le motivazioni, quella della Cassazione su Riina è una sentenza molto importante poiché pone il tema della dignità umana e di come essa vada preservata anche per chi ha compiuto i reati più gravi e, di conseguenza, come la pena carceraria non possa e non debba mai trasformarsi in una sofferenza atroce e irreversibile». A dirlo è Patrizio Gonnella, presidente dell’associazione «Antigone» per le garanzie nel sistema penale.

Cosa pensa in merito alla decisione della Cassazione?

«Esprimo un punto di vista di principio rispetto a quello che la Cassazione ha sostenuto ossia che esiste un diritto a morire in modo dignitoso e che il carcere non è un luogo in cui si muore dignitosamente. Deve essere così e lo deve essere per tutti. Ciò quando lo stato di salute psicofisico o solo fisico è totalmente incompatibile con il carcere. In questo caso saranno le perizie mediche a confermarlo, ma se è una persona che va verso la morte, uno Stato forte e democratico non ha paura di Totò Riina che muore a casa».

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X