Martedì, 23 Ottobre 2018
TERRORISMO

Gli attentati di Londra, nuovi arresti e perquisizioni: la prima vittima identificata è una canadese

LONDRA. La polizia londinese ha fatto irruzione questa mattina verso le 4:00 locali (le 5:00 in Italia) in altre due abitazioni in un quartiere nella zona est della capitale (a Dagenham) in relazione all'attacco terroristico di sabato sera: lo scrive il Mail online. Alcune persone sono state arrestate. Un testimone ha detto al giornale di avere sentito una forte esplosione seguita da colpi di arma da fuoco.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, nella prima reazioni in pubblico agli attacchi di Londra, ha sottolineato la sua "determinazione, piu' forte che mai, a proteggere gli Stati Uniti e i suoi alleati da un nemico codardo che ha dichiarato guerra alla vita innocente, da troppo tempo".

E' canadese la prima vittima identificata pubblicamente con nome e cognome fra le sette persone che hanno perso la vita nell'attacco terroristico di sabato sera a Londra. Si chiamava Christine Archibald, secondo quanto riferito dalla sua famiglia in una breve dichiarazione inviata alla Ctv, emittente del Canada, e rimbalzata poi sui media britannici. La famiglia esprime il suo dolore e ricorda il lavoro di "Chrissy" in un ospizio per senzatetto prima del trasferimento in Europa per raggiungere il fidanzato.

Trump ha parlato al gala annuale del Ford Theatre a Washington, dove si commemora la figura di Abramo Lincoln. Fino ad ora aveva commentato gli attacchi di Londra solo con una serie di tweet. Il presidente Usa ha rimarcato di aver chiamato la primo ministro britannica Theresa May per "esprimere il nostro incrollabile sostegno", quindi ha sottolineato che gli Usa faranno tutto il possibile per "portare i colpevoli davanti alla giustizia".

Quindi ha ribadito la "determinazione, piu' forte che mai, a proteggere gli Stati Uniti e i suoi alleati da un nemico codardo che ha dichiarato guerra alla vita innocente. E va avanti da troppo tempo. Questo spargimento di sangue deve finire. Questo spargimento di sangue finira'. Da presidente, faro' tutto il necessario per impedire che questa minaccia si estenda fino alle nostre sponde".

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha definito quello di Londra un "orribile attacco" e ha ammonito: "Questo spargimento di sangue deve finire. Questo spargimento di sangue finira'. Da presidente, faro' tutto il necessario per impedire che questa minaccia si estenda fino alle nostre sponde".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X