Lunedì, 21 Agosto 2017

Pirati dei Caraibi, quinto capitolo: ma Jack Sparrow non invecchia

ROMA. Jack Sparrow non invecchia mai.

E' una delle poche certezze che si hanno alla fine del quinto capitolo della fortunatissima saga dei Disney Studios, I pirati dei Caraibi-La vendetta di Salazar, nelle sale italiane da domani.

Saranno gli effetti speciali o il fascino del personaggio ma Johnny Depp appare più che mai in gran forma, in un film in cui si fronteggia con uno spettacolare Xavier Bardem alle prese con l’ennesimo ruolo da cattivo, qui evanescente ma non meno spaventoso della galleria a cui ci ha abituato con gli ultimi ruoli e che oramai gli calza a pennello.

La sfida del quinto capitolo, segnata da una lunga attesa che ha alzato le aspettative dei fan più scatenati della saga, insomma non è persa. Anzi La vendetta di Salazar è più spettacolare - sempre che sia ancora possibile - e divertente del solito, con una trama che rimane fedele al filone portante della saga. Ovviamente stiamo parlando di intrattenimento, ma di quello di lusso, che un sorrisino e un gridino di meraviglia lo strappa anche allo spettatore più critico magari trascinato lì dal nipote che è da La
maledizione della prima luna del 2003, quando era in fasce, che aspetta inesorabilmente il capitolo successivo. Nemmeno lui/lei rimarrà deluso.

Ci ha pensato il produttore Jerry Bruckheimer che ha incaricato lo sceneggiatore Jeff Nathanson (Prova a Prendermi, Indiana Jones e il Regno del Teschio di Cristallo) di creare una storia che potesse portare la serie verso direzioni nuove senza perdere gli elementi elementi di fantasy soprannaturale, azione e commedia che l’hanno resa un fenomeno internazionale.

Nel paradiso turistico della Gold Coast nello stato del Queensland, sulla costa orientale dell’Australia, i due registi Joachim Rnning ed Espen Sandberg, sono riusciti a portare (nonostante le resistenze iniziali) Johnny Depp nell’amatissimo ruolo (da cui oramai è difficile distinguerlo) di Jack Sparrow, ma è tornato al suo fianco anche il grande Geoffrey Rush nel ruolo di Capitan Barbossa, che qui svelerà un tratto inaspettato. Tornano anche quelli della vecchia ciurma: Kevin R. McNally nei panni di Joshamee Gibbs e Stephen Graham in quelli del simpatico idiota Scrum. Poi ci sono le new entry, a partire da quella appunto di Javier Bardem che interpreta lo spaventoso Capitano Salazar. Al suo fianco il pubblico vedrà Brenton Thwaites nel ruolo del giovane marinaio Henry, Kaya Scodelario in quello della giovane e coraggiosa matematica e astronoma Carina, Golshifteh Farahani nel ruolo della misteriosa e potente strega del mare Shansa e David Wenham nel ruolo di Scarfield.

Non c'è bisogno di dire che il film mette in scena una nuova travolgente avventura con protagonista il mare in tutte le sue sfumature: dal verde delle spiagge dorate al nero della tempesta più oscura. Jack Sparrow non invecchia ma è inseguito da un passato sempre più pesante, che lo perseguita come la peggiore sfortuna, tra continui e sempre più spettacolari inseguimenti, duelli e colpi di scena, che vengono esaltati da una raffinata tecnica 3D. E, tra fantasmi veri e presunti, a salvarlo verrà addirittura la mano del mito, anzi il leggendario Tridente di Poseidone. A proposito fate attenzione perchè i pirati sono riusciti a collezionare anche la rarissima perla di un cameo di sir Paul McCartney.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook