Giovedì, 14 Dicembre 2017

Formazione, Marziano: più controlli sulla regolarità

PALERMO. La Formazione professionale in Sicilia si rimette in moto e ripartono i corsi dopo la pubblicazione dell'Avviso 8 sul sito della Regione e domani anche in Gazzetta ufficiale. (Ecco l'elenco di tutti gli enti accreditati)

"Adesso noi abbiamo il dovere di evitare che con l’Avviso 8 ci sia una infornata di nuove assunzioni - ha detto in conferenza stampa l'assessore alla Formazione, Bruno Marziano -. Ho presentato all’Ars un emendamento con il quale si chiede agli enti di procedere con le assunzioni prelevandoli prioritariamente dall’albo. E’ la terza volta che presento questo emendamento, la mia proposta è di stabilire come sanzione per chi non aderisce che si possa giungere anche alla revoca dell’accreditamento”.
Marziano sottolinea la necessità di controlli sulla regolarità dei corsi: “Tutti gli atti che riguardano l’Avviso 8 sonos tati consegnati alla guardia di Finanza sia in fase di graduatoria provvisoria che adesso in sede di graduatoria definitiva. Si tratta di un controllo di legittimità preventivo che la finanza attuerà in attuazione di un protocollo esistente ma mai attivato”. Ma ci saranno controlli anche in fase di attuazione “Abbiamo stanziato in bilancio un milione e mezzo di euro per rafforzare il nucleo dei carabinieri di supporto agli ispettorati del Lavoro per verificare che gli enti rispettino i contratti, gli oneri previdenziali, l’effettiva attivazione dei corsi nelle aree prioritarie montane e tutte le altre regole del bando, della legge, delle norme comunitarie”.

E ancora: "La pubblicazione e l'avvio delle procedure dell'Avviso 8 sono una tappa del percorso di riforma della formazione professionale che da 18 mesi si sta portando avanti. Il percorso è cominciato col decreto dell'ottobre 2015 del presidente della Regione con il quale si sono definite le nuove regole per l'accreditamento degli enti. Poi c'è stata l'adozione, nel maggio 2016, del sistema regionale e del catalogo delle competenze. Con queste norme si è messo in sicurezza giuridica il sistema della formazione professionale in Sicilia, smentendo l'idea che in questo assessorato regna il caos e non si fa nulla".

"Da lunedì 30 gennaio e per i successivi trenta giorni, in base all'Avviso 8, gli enti possono presentare i progetti definitivi, dopo altri 30 giorni si avvierà l'attività".

Marziano parlando del personale degli enti ha detto che "uno dei temi su cui si sta lavorando è quello relativo ai prepensionamenti", sulla base della norma nazionale che introduce l'anticipo pensionistico (Ape). "Il governo - ha osservato l'assessore - si farà carico del prepensionamento per i settori in crisi e per quei settori che hanno esaurito gli ammortizzatori sociali. Il quantum dipenderà dai requisiti previsti dalla legge per la pensione. Pensiamo a circa 2.500 lavoratori su 8.250 della formazione professionale (inclusi i 1900 ex sportellisti) tra coloro che sono nati tra il 1951 e il 1953 e per i nati tra il 1954 e il 1956. Sono numeri che contenuti in un piano che abbiamo elaborato e avvallato dal governo nazionale e previsto una quota di 50 milioni di euro per sostegno alle fuoriuscite".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X