Venerdì, 18 Agosto 2017
LE PREVISIONI

Ancora gelo al Sud, 10 giorni di freddo: nuove nevicate nel week end

ROMA. Freddo e neve almeno per altri 10 giorni: l'ondata di maltempo che ha colpito l'Italia una settimana fa è destinata a protrarsi a seguito dell'arrivo di nuove perturbazioni fredde dal Nord Europa. Queste porteranno infatti pioggia, vento e neve a bassa quota, mentre il clima resterà freddo e le temperature sotto la media.

Le previsioni sono del meteorologo di 3bmeteo.com, Edoardo Ferrara. "L'anticiclone - spiega - resterà lontano dalla nostra Penisola per almeno altri dieci giorni, lasciandola in balia di ripetuti vortici freddi che porteranno maltempo soprattutto sulle regioni centro-meridionali, ma a tratti anche al Nord.

Il tutto accompagnato da un nuovo calo delle temperature specie da venerdì, dopo un temporaneo rialzo termico domani per venti di libeccio, con clima freddo che perdurerà probabilmente almeno per tutta la prossima settimana".

Tetti imbiancati, vento e gelo da Palermo ai Nebrodi: le immagini della Sicilia sotto la neve

Tra oggi e domani è attesa una nuova perturbazione con precipitazioni anche nevose, mentre venerdì ci sarà il clou del maltempo al Centro Sud con rovesci e temporali. "Nel weekend secondo vortice freddo - conclude Ferrara - vortice che questa volta dovrebbe interessare solo il Centro Sud con nevicate sparse".

E' un'Italia al limite della resistenza quella che cerca a fatica di far fronte a un'ondata di freddo intenso che si sta protraendo ormai da giorni.

Il segno meno ha riguardato un po' tutto lo Stivale, con medie stagionali abbassate di molto, addirittura con un -24 gradi registrato in Veneto. Fiocchi di neve un po' ovunque, anche ad Anacapri, dove gli abitanti questa mattina si sono trovati di fronte uno scenario quasi alpino.

A fronte del drastico abbassamento delle temperature il governo, nella persona del ministro dell'Agricoltura Maurizio Martina, starebbe valutando l'ipotesi di dichiarare lo stato di calamità, anche per i gravi riflessi che la gelata sta riversando su allevatori e agricoltori, per i quali la Coldiretti ha calcolato un danno di circa 14 miliardi di euro.

E' il Veneto una delle regioni più fredde: -24 gradi sono stati rilevati a Dolina Campoluzzo, sull'Altopiano di Asiago (però a oltre 1.768 metri) e -12,2 a Cortina; in pianura temperature sotto lo zero e sotto la media stagionale, con Vicenza e Treviso a -8 e Venezia a -5. In Friuli Venezia Giulia è stato attivato il servizio antighiaccio per circa mille km di strade, con 85 mezzi tra spargitori di sale e autocarri con lama.

In Lombardia è stato emesso un codice giallo per rischio neve e venti forti che da domani pomeriggio dovrebbero interessare tutta la Regione. Anche in Piemonte un'allerta è scattata per l'arrivo di pioggia 'congelante' e venti forti da 120 chilometri orari, che potrebbero arrivare fino alle zone pianeggianti. Situazione critica anche in gran parte della Toscana, resa ancora più difficile dalla rottura delle tubature in molte zone interne, provocata dal persistere delle temperature sotto zero.

Ma il protagonista dell'emergenza maltempo è il Centro Sud. In Puglia alle temperature polari si sono sommate nevicate che la notte scorsa hanno interessato Bari, Lecce, la Murgia, il Tarantino e il Subappennino dauno. Il governatore Michele Emiliano ha trascorso la seconda notte consecutiva a Santeramo in Colle (Bari) per verificare sul posto lo stato degli interventi per far fronte all'emergenza-neve.

Inoltre a Sava, in provincia di Taranto, un uomo di origine marocchina con passaporto italiano è stato trovato morto, probabilmente per il freddo. Nel Salernitano i vigili del fuoco hanno operato senza sosta per le forti nevicate e per rimuovere pericolose lastre di ghiaccio, com'è successo tra l'altro nella parte sottostante di alcuni viadotti dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria (dove è scattato l'obbligo di catene a bordo).

Le difficili condizioni meteo hanno colpito anche la Calabria, soprattutto nell'area centrosettentrionale, con nevicate che hanno interessato anche le province di Catanzaro e Cosenza. A Corigliano Calabro i vigili del fuoco sono dovuti intervenire per consentire a una donna di raggiungere l'ospedale per partorire.

La Protezione Civile regionale ha però annunciato un graduale miglioramento delle condizioni meteo a partire da oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook