madonie, neve sicilia, Sicilia, Cronaca
La spiaggia di Vulcano coperta da un manto bianco
MALTEMPO

Neve in Sicilia, un morto sulle Madonie: scuole chiuse fino a martedì

PALERMO. La neve ha continuato a cadere su gran parte della Sicilia. Strade bloccate, soprattutto sulle Madonie, dove si registra anche una vittima: Antonio Macaluso, 78 anni, custode della chiesa di Loreto Petralia Soprana è morto mentre stava portando del cibo caldo alla sorella.

L'anziano si è accasciato mentre percorreva le strade innevate del borgo nelle Madonie, perdendo i sensi e morendo sul colpo. E'stato soccorso e portato in casa per cercarlo di scaldarlo, ma non c'è stato nulla da fare. Il medico di guardia e gli operatori del 118 arrivati in soccorso, hanno potuto solo constatare il decesso.

Macaluso ha svolto per tanti anni servizio di volontariato come custode della chiesa di Santa Maria di Loreto. Conosceva tutti i segreti e i tesori della chiesa. Lo scorso anno sempre in pieno inverno era morto un altro custode della chiesa di Loreto, Filippo Bongiorno. Il funerale di Macaluso è stato celebrato oggi nella chiesa del Santissimo Salvatore.

Intanto, i sindaci dei comuni di Gangi, Geraci Siculo, Petralia Sottana e Soprana, Blufi, Castellana Sicula, Polizzi Generosa, Caltavuturo, Collesano, Isnello e Caccamo, nel palermitano, hanno emesso ordinanze di chiusura delle scuole fino a martedì.

 

Il mezzo del Corpo Forestale della Regione Siciliana, (Unimog) ieri ha iniziato l'attività in mattinata a Castellana, in un agriturismo isolato che ospitava una cinquantina di turisti. Successivamente è intervenuto a Gangi dove, su richiesta dei carabinieri, ha accompagnato diversi pazienti dializzati in Ospedale a Petralia. Lo stesso tragitto era stato già compiuto all'alba da una pattuglia forestale per consentire ad un medico, che aveva da poco terminato il turno di lavoro, di rientrare a Castellana.

A Polizzi Generosa i forestali sono stati impegnati a Tremonzelli, dove hanno sollecitato numerosi automobilisti a mettere le catene nelle ruote della propria autovettura. La Protezione Civile Metropolitana e la Guardia di Finanza hanno presidiato la strada impraticabile fino a Petralia. Le attività di controllo e soccorso sono ancora in corso di svolgimento e l'Unimog forestale sta sgombrando una strada che collega i comuni di Castellana e Polizzi.

In Sicilia, la strada statale 120 «dell'Etna e delle Madonie» è chiusa al traffico dal km 137 al km 147. Mezzi Anas sono in movimento per continuare le attività e ultimare lo sgombero neve tra i comuni di Cerami e Troina nell'ennese. La stessa statale è chiusa al traffico anche ai km 66-81 da Madonnuzza (Petralia Soprana) a Gangi e ai km 41-42 tra Tremonzelli e Madonnuzza.

Sempre in Sicilia sono chiuse al traffico le strade statali della zona settentrionale: la strada statale 113 dal km 7 al km 13 e dal km 86 al km 87; la strada statale 575 fino al km 14; la strada statale 289 dal km 15 al km 49; la strada statale 124 dal km 105 al km 106; la strada statale 117 dal km 27 al km 42, la strada statale 643 fino al km 22 (tra innesto SS120 e innesto A19 a Scillato), la strada statale 121 dal km 174 al km 186 e la SS285 dal km 14 al km 22 nel tratto tra Caccamo e Roccapalumba (Pa).

La nera spiaggia di Vulcano è coperta da un manto bianco.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati