ALLEVAMENTI A RISCHIO

Giappone, riappare il virus dell'influenza aviaria

influenza aviaria, Sicilia, Mondo

TOKYO. In Giappone, le prefetture di Niigata e Aomori hanno ordinato l'abbattimento di centinaia di migliaia di polli e anatre dopo la nuova scoperta del virus dell'influenza aviaria in fattorie locali: si tratta del primo episodio dal gennaio del 2015 e come in quel caso, il virus, appartenente al ceppo H5, risulta altamente patogeno.

I primi test hanno confermato la presenza del batterio nel villaggio di Sekikawa, sul versante nord occidentale dell'arcipelago, dopo il ritrovamento di 40 galline morte, 5 delle quali infettate. Visto l'elevato rischio di contagio le autorità governative hanno ordinato la soppressione di circa 310.000 polli all'interno della fattoria, mentre ad Aomori saranno almeno 16.500 le anatre a dover essere abbattute dopo il rinvenimento di altri 10 uccelli morti, successivamente risultati infetti.

Entrambe le prefetture hanno imposto il divieto di esportazione agli agricoltori locali in un perimetro che va dai 3 ai 10 chilometri. Il capo di Gabinetto Yoshihide Suga ha detto che il governo «prenderà ogni misura necessaria per impedire la diffusione del virus».

Il ministro dell'Ambiente Koichi Yamamoto ha assicurato l'invio di esperti per la necessaria assistenza, confermando il massimo livello di allerta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati