AGRICOLTURA, Maltempo, nubifragio, Sicilia, Sicilia, In Sicilia così
L'INTERVISTA

Danni per il maltempo in Sicilia, Cracolici: «La Regione farà fronte all'emergenza»

PALERMO. «Il dissesto del territorio è la causa principale dei danni all'agricoltura quando c'è maltempo. Agli agricoltori diciamo di sfruttare i contributi europei erogati a chi stipula un'assicurazione contro i danni. La Sicilia è la regione italiana che usa meno queste somme. La Regione adesso valuterà i danni subiti dalle aziende agricole e proporrà lo stato di calamità per consentire a Roma di intervenire anche sui tributi che pagano gli agricoltori».

Lo afferma l'assessore regionale all'Agricoltura, Antonello Cracolici, commentando gli ultimi danni subiti dalle aziende agricole a causa dell'ondata di maltempo che si è abbattuta su parte della Sicilia.
Come interverrà il governo regionale?
«Innanzitutto aiutando le amministrazioni locali con uomini e mezzi per fare fronte all'emergenza che questa volta è finita in tragedia con la terribile notizie di due dispersi. Poi occorrerà chiedere lo stato di calamità affinchè azioni coordinate della Regione e dello Stato possano dare una mano a quei territori a ripristinare strade, fogne e reti idriche. Proprio la scorsa settimana è stato pubblicato un bando per 54 milioni di euro che consentirà non solo alle aziende agricole, ma anche ai Comuni di presentare progetti di manutenzione straordinaria e per il ripristino della viabilità rurale nelle nostre campagne. Nelle prossime ore la giunta di governo affronterà la questione anche provando a individuare risorse di immediata disponibilità per fare fronte alle emergenze».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE  

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati