agriturismo, vacanze, Sicilia, Viaggi & Crociere

Vacanze, si torna all'agriturismo: stranieri pazzi per la Sicilia bucolica

di

PALERMO. Alla scoperta della Sicilia bucolica.

È il trend in crescita nel mondo del turismo.

Dopo il periodo buio registrato dagli agriturismi siciliani, a causa dei problemi di viabilità sull’autostrada Palermo-Catania, finalmente si inizia a intravedere la luce. Parola del presidente di Confagricoltura Sicilia, Ettore Pottino: «Arriviamo da una crisi durata cinque anni che si è conclusa due anni fa ma che l’anno scorso, per noi siciliani, è ricominciata a causa dei problemi di viabilità che hanno spaccato in due la Sicilia. Adesso stiamo recuperando le posizioni perse. La gente ha sempre più voglia del contatto con la natura, anche per una sola domenica e così crescono i visitatori negli agriturismi siciliani».

Ma per i turisti locali, il semplice pranzo circondati da vaste distese verdi non basta più.

E così gli agriturismi offrono un numero sempre maggiore di servizi aggiuntivi. Dalla passeggiata a cavallo al giro in fattoria fino al centro benessere. «Negli agriturismi c’è una maggiore ricerca di ulteriori valori aggiunti. Come ad esempio, la vendita diretta dei prodotti o le passeggiate a cavallo, i tour in bicicletta. Non ci limitiamo solo alla ricezione - aggiunge Pottino - ma offriamo una serie di servizi poiché è la gente che li cerca. Una richiesta sempre più in aumento è l’agriturismo con il centro benessere. È più una richiesta dei visitatori siciliani e italiani. I turisti stranieri invece sono soddisfatti solo ammirando i paesaggi e i monumenti dell’Isola e assaporando la nostra cucina. E le aziende stanno cercando di adattarsi a queste richieste». I territori immersi nel verde più gettonati sono quelli che si trovano sulle Madonie e sui Nebrodi, seguiti dalle strutture del Trapanese, del Ragusano e del Siracusano.

«Il territorio di Trapani ha avuto un grande boom quest’anno grazie alle linee Ryanair che hanno aumentato il turismo europeo – spiega il presidente - Con l’effetto Montalbano poi registrano successi anche Ragusa Ibla e Siracusa. E infine resta il fascino intramontabile delle campagne dell’Etna». A preferire la vacanza in stile «Heidi» nell’Isola sono soprattutto gli olandesi. «Sono i turisti stranieri che maggiormente prediligono questi soggiorni. Non solo vogliono conoscere il territorio con i suoi monumenti, ma tendono a voler creare dei rapporti umani con i gestori delle strutture ricettive. Gli olandesi – continua Pottino - sono interessati all’agricoltura, alla preparazione del cibo, sono educati al viaggio e sanno apprezzare tutto ciò che la vacanza può regalare loro». Ma qual è la tipologia di visitatori che frequenta gli agriturismi? Le famiglie con figli piccoli, giovani italiani e anziani stranieri.

«Le famiglie vogliono far conoscere ai bambini il mondo rurale. Quindi, vogliono assistere alla preparazione dei prodotti, alla coltivazione, alla cura degli animali. I giovani siciliani e italiani invece cercano un fine settimana di evasione e di coccole. I turisti stranieri sono molto legati al buon cibo di qualità e al biologico».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati