Siviglia-Juventus, scontri tra tifosi: grave un italiano - Il video

TORINO. Assalto nella notte nelle vie del centro di Siviglia da parte di ultrà spagnoli a tifosi juventini, alla vigilia della partita di Champions di questa sera fra le due squadre. Un giovane sostenitore della Juventus, residente in Belgio e di origini italiane, ha riportato ferite da taglio al torace e alla gamba. È stato e operato nella notte nell'ospedale Virgen del Rocio.

È in condizioni serie ma stabili, e in evoluzione favorevole. L'attacco degli ultrà sivigliani, una ventina circa, con il volto coperto, è stato sferrato dopo le 23 contro un gruppo di tifosi juventini che si trovava in una taverna del centro, El Papelon. Sono volati tavolini, sedie, bottiglie.

Gli incidenti sono proseguiti nelle strade vicine fino all'intervento della polizia. Importanti i danni materiali. Il locale dopo l'attacco degli ultrà spagnoli sembrava «un campo di battaglia», secondo la stampa sivigliana. Altre due persone sono rimaste ferite, un italiano e uno spagnolo, senza gravità. Lo spagnolo, che portava i colori degli ultrà sivigliani, è stato portato in ospedale dopo essere stato trovato per terra privo di sensi.

La polizia ha detto di avare identificato diversi aggressori. Al momento non ci sono stati ancora arresti.  C'è preoccupazione per la partita di questa sera, considerata a rischio dalle autorità spagnole, che hanno previsto un dispositivo di sicurezza rafforzato con 800 agenti. Sono attesi circa 1700 tifosi della Juventus.

Venti giorni fa, per la precedente partita casalinga di Champions del Siviglia contro la Dinamo Zagabria, si erano già verificati incidenti analoghi nel centro della capitale andalusa. Ma a provocarli erano stati allora gli ultrà croati, tre dei quali erano stati arrestati.

© Riproduzione riservata