SCIENZA

Capelli "impettinabili" nei bambini? "Colpa di 3 geni"

bambino, capelli, Sicilia, Cronache della Salute, Vita

ROMA. Risiede in tre geni la colpa dei capelli ingestibili nei bambini.

Si tratta infatti di una vera e propria sindrome, chiamata appunto sindrome dei capelli impettinabili, già contemplata in letteratura medica dal 1973.

Quello che gli scienziati adesso hanno scoperto è che la sindrome deriva dalla mutazione di tre geni.

Ad identificare tali mutazioni diversi esperti dell'Universita' di Bonn, dove è stato condotto uno studio poi pubblicato su American Journal of Human Genetics.

In pratica, i primi due geni, denominati PADI3 e TGM3, codificano istruzioni per gli enzimi. Il terzo invece contiene una proteina chiave per il fusto del capello.

"Dalle mutazioni, molto è possibile apprendere sui meccanismi di formazione dei capelli e sul perché compaiano questi disturbi - spiega una delle autrici della ricerca, Regina Betz -. Allo stesso tempo, siamo in grado di garantire la diagnosi clinica di sindrome di 'capelli impettinabili' con i metodi di genetica molecolare".

Tecnicamente, i tedeschi la chiamano anche sindrome di Struwwelpeter, Pierino Porcospino. Un nome tratto da un libro per bambini di Heinrich Hoffmann. La sindrome è caratterizzata da capelli di colore biondo paglierino e con una caratteristica lucentezza, secchi e disordinati. Crescono in direzioni diverse e il pettine non riesce proprio a domarli.

Questo genere di sindrome si manifesta spesso nei bambini, ma in età adulta tende poi a svanire.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati