atalanta-roma, Calcio, Juventus, SERIE A, Sicilia, Sport
Atalanta-Roma: 2-1. Fonte Ansa
SERIE A

Atalanta super stende la Roma 2-1 e la Juve vola

ROMA. Dopo l'Inter e il Napoli la super Atalanta di Gasperini stende in rimonta anche la Roma che crolla fisicamente nella ripresa facendo un favore non di poco alla Juve che, col successo nell'anticipo, si porta a +7 sui giallorossi. Può portarsi al secondo posto però il Milan in caso di vittoria nell'attesissimo derby del posticipo.

Ma il 13/o turno lancia anche la Lazio al momentaneo terzo posto dopo il successo sul Genoa, il Torino che con una doppietta di Belotti vince a Crotone e la Fiorentina che strapazza l'Empoli nel derby toscano. Tornano al successo anche Bologna e Samp che rimontano Palermo e Sassuolo.

Gasperini sta confezionando il capolavoro della sua carriera: l'Atalanta dei giovani è un gruppo compatto che sa soffrire quando subisce e sa esaltarsi quando attacca. Alla quinta vittoria consecutiva (7 vittorie in 8 gare) non può più essere ritenuta una sorpresa ma una convincente realtà. Dott. Jeckyll e mr. Hide, la Roma domina e passa nel primo tempo, poi viene presa d'infilata e alla fine capitola.

Ora l'Atalanta, in attesa del derby, è terza con Lazio e Atalanta, un punto più del Napoli mentre rinvengono Torino e Fiorentina, che deve recuperare una gara. Alle spalle della Juve fuggitiva i giochi sono tutti aperti. Nella gara più attesa belle giocate ed emozioni con la Roma che parte di slancio con manovre ariose: bene Dzeko, ma Salah non è ispirato e spreca tre occasioni importanti. Poi un mani di Toloi regala un rigore che Perotti trasforma. Nella ripresa l'Atalanta diventa una furia e la Roma subisce: il pari è fortunoso per una deviazione di Caldara, ma i padroni di casa prendono un palo con Freuler e non mollano. La Roma è alle corde, si chiude in area e Paredes stende Gomez per il rigore che Kessiè trasforma. Vittorie nette per Lazio e Fiorentina, molto più del previsto.

I biancazzurri macinano gioco e passano con una prodezza di Anderson, poi nella ripresa Ocampos con un'azione splendida riequilibra il match, ma è solo un fuoco di paglia perchè Biglia trasforma un rigore e Wallace si giova di un rimpallo per chiudere i giochi. Ancora più semplice il compito della Fiorentina: nemmeno l'atmosfera del derby scuote l'Empoli.

Maccarone prova a suonare la carica ma due doppiette di Ilicic (con un rigore) e di Bernardeschi sanciscono il 4-0 che fa capire che l'Empoli rischia realmente la retrocessione se Skorupski non fa ogni volta i miracoli Brividi e spettacolo a Genova con il Sassuolo che si ridesta e sfrutta in contropiede le belle giocate di Ricci e Ragusa, due giocano molto interessanti. Sembra la riscossa compiuta ma la Samp ribalta il risultato negli ultimi 6' grazie alla vena e all'intesa di Quagliarella e Muriel che segnano un gol per uno, poi alla fine èil colombiano a fissare il 3-2 trasformando il rigore. Per di Francesco non c'è verso di uscire dalla crisi.

Mihajlovic voleva un Toro furente a Crotone invece la gara è piuttosto deludente, ma i granata riescono ad arpionare il successo con uno spunto vincente di Belotti partito però in posizione di fuorigioco. Poi il Gallo incontenibile chiude ogni discorso firmando la doppietta. Si illude ancora una volta il Palermo andando in vantaggio a Palermo col settimo gol di Nestorovski su errore puerile di Gastaldello. Poi gli emiliani carburano e macinano gioco travolgendo 3-1 i siciliani con Destro, Dzemaili e sigillo finale di Viviani.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati