Pizza, suggerimenti, Sicilia, Società
SECONDO FOODBEAST

I 5 modi per riscaldare la pizza: ci sono anche ferro e asciugacapelli

ROMA. Riscaldare la pizza? Niente di più semplice. Almeno così si pensava. O almeno fino a quando il sito Foodbeast non ha stilato una dettagliata lista con cinque possibili modi per rendere appetitosa la pizza del giorno prima.

C'è il microonde. Bastano 30 secondi e la pizza è di nuovo calda e fumante... ma pare anche "molliccia e immangiabile".

Foodbeast infatti consiglia di ricorrere a questo metodo, solo come ultima spiaggia.

Sul web, c'è chi suggerire di aggirare questo ostacolo mettendo dentro al microonde oltre alla pizza anche un bicchiere di acqua.

Ad ogni modo, il forno rimane sempre un passo avanti rispetto al microonde.

Grazie al forno, la crosta risulterà più croccante e il formaggio si scioglierà nel modo giusto.

Bastano 10 minuti, e il gioco è fatto.

Che dire poi del grill? Basta posizionare la pizza nella parte alta della griglia. Se si vuole ottenere un effetto più croccante, è necessario mettere sopra un foglio di alluminio.

Ma a sorprendere è il quarto suggerimento ossia ferro da stiro asciugacapelli.

Una soluzione da adottare in caso ci si trovi sprovvisti di forno, o microonde.

Fatto riscaldato il ferro da stiro, si posiziona la pizza sopra la piastra bollente. E' allora che entra in gioco l'asciugacapelli, che va passato sopra - a 15 centimetri di distanza - per riscaldare la parte superiore della pizza.

Il ferro renderà la crosta croccante, l'asciugacapelli invece farà sciogliere il formaggio.

Infine, resiste la padella.

A detta di molti, è il modo migliore per riscaldare la pizza ridandole anche la fragranza originaria. Basta far riscaldare la padella a fuoco basso - rigorosamente antiaderente - e solo dopo si potrà mettere la fetta di pizza sopra. Aggiunte due gocce di acqua, si copre la padella con un coperchio. Ecco che il vapore permetterà al formaggio di sciogliersi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati