LA STORIA

Eredità Rita Levi Montalcini contesa, è lite tra i nipoti della scienziata

Rita Levi Montalcini, Sicilia, Cronaca

TORINO. E' lite tra i nipoti del premio Nobel Rita Levi-Montalcini per l'eredità di famiglia. Piera Levi-Montalcini è stata sfrattata dalla casa, nel centro di Torino, dalla Zefora srl, società proprietaria dell'immobile riconducibile al fratello Emanuele.

Al centro della querelle il testamento della madre morta nel 2014, Maria Gattone, che lascia l'intero palazzo in eredità al primogenito Emanuele, con l'obbligo per lui di lasciarlo in comodato gratuito alla sorella Piera che, dopo due anni si è vista invece arrivare l'ufficiale giudiziario con una ingiunzione esecutiva di sfratto.

"Non c'è alcun rancore nei confronti di mia sorella. Lo sfratto non è stata una mia decisione", fa sapere Emanuele attraverso il suo avvocato, Domenico Iodice. Lo sfratto è stato infatti avviato dall'amministratore della società e non nei confronti di Piera, ma della figlia di quest'ultima, Claudia, a cui era intestato il contratto d'affitto.

"La mia preoccupazione è che non venga persa nemmeno una carta del patrimonio culturale di famiglia - dice Piera -. Metterò tutto in un deposito, in attesa di portare le mie cose in Svizzera. E quando dovrò rientrare in Italia andrò a Roma, nella casa della zia. D'altra parte lei diceva sempre che è Roma la città delle opportunità".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati