molestie, Usa2016, Donald Trump, Sicilia, Mondo
Jessica Drake, la donna accusa Donald Trump di molestie
USA 2016

Trump, arriva l'undicesima donna che lo accusa: "Mi offrì 10 mila dollari"

NEW YORK. Jessica Drake è l'undicesima donna a uscire allo scoperto e ad accusare Donald Trump di molestie. Drake si è presentata in una conferenza stampa accompagnata dall'avvocato Gloria Allred ed ha accusato Trump di averla baciata senza il suo consenso nel 2006, e di averle offerto 10.000 dollari per stare in albergo con lui. Drake ha mostrato una foto con Trump scattata nel 2006.

Intanto, ieri Donald Trump ha presentato il suo programma per i primi 100 giorni per eliminare la corruzione a Washington: Onestà responsabilità e cambiamento, «questo è il mio contratto con gli americani», ha detto. Fra le misure da adottare, un emendamento costituzionale per limitare i termini dei membri del Congresso, ma anche il rinegoziare il Nafta e sfilarsi dalla Trans Pacific, oltre a definire la Cina un manipolatore di valute. Nel contratto con gli americani, Trump si impegna a rilanciare la crescita economica e a difendere i lavoratori. «Con il mio piano cresceremo del 4%», afferma il tycoon annunciando un taglio delle tasse, soprattutto per la classe media. «Identificheremo e metteremo fine agli abusi commerciali» mette in evidenza Trump.

«Daremo il via libera all'oleodotto Keystone» aggiunge. «Ci troviamo di fronte a un bivio. Vogliamo ripetere gli errori del passato o scegliere di credere che abbiamo un futuro brillante davanti a noi?».

L'immigrazione da aree prone al terrorismo sarà sospesa. È un'altra delle misure annunciate da Donald Trump per i suoi primi 100 giorni, durante i quali si impegna anche a cancellare i pagamenti all'Onu per combattere il cambiamento climatico, girando invece i fondi all'economia nazionale.

Il miliardario si impegna anche ad avviare immediatamente il processo per sostituire il giudice Antonin Scalia alla Corte Suprema, e abolire l'Obamacare. «Incoerente e pieno di teorie di cospirazione».

L'avversaria Hillary Clinton ha definito così il piano dei primi 100 giorni di Donald Trump: «Trump ha promesso azioni legali contro le donne che lo accusano» afferma la campagna di Clinton, sottolineando che il discorso tenuto da Trump conteneva «teorie di cospirazione, attacchi ai media e una mancanza di risposte per le famiglie americane».

«Incoerente e pieno di teorie di cospirazione». La campagna di Hillary Clinton definisce così il piano dei primi 100 giorni di Donald Trump. «Trump ha promesso azioni legali contro le donne che lo accusano» afferma la campagna di Clinton, sottolineando che il discorso tenuto da Trump conteneva «teorie di cospirazione, attacchi ai media e una mancanza di risposte per le famiglie americane».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati