Il nuovo disco di Michael Bublè: un tributo alle mie origini

ROMA. «Sono orgoglioso del mio passato, ma sono anche felice di portare con me il pubblico su una nuova strada».

La nuova strada, in particolare, per Michael Bublè (a Roma per presentare anche Michael Bublè Tour Stop 148, il suo primo film concerto passato alla Festa del Cinema e che sarà in sala il 25 e il 26 ottobre per Nexo Digital) è Nobody but me, il suo sesto e nuovo album da studio, che per la prima volta ha co-prodotto. Mi hanno dato del pazzo, ma sono soddisfatto del risultato.

Il disco, 10 nuovi brani (13 nella versione deluxe), di cui tre scritti dall'artista di Vancouver di nonno italiano, uscirà il 21 ottobre e arriva a tre anni di distanza da To be Loved e raccoglie canzoni pop e alcuni classici, tra cui One evening in Rome (Sotter Celo de Roma) di Dean Martin. «Un tributo alle miei origini, alla mia storia. Anche se la pronuncia è ancora tutta da migliorare», scherza.

© Riproduzione riservata

PERSONE: