NEL TREVIGIANO

Sposa due uomini, sindaco leghista rischia espulsione

Lega Nord, treviso, Sicilia, Politica

TREVISO. Aria di epurazioni in casa leghista a Oderzo (Treviso) dopo che il sindaco, Maria Scardellato, eletto a giugno nelle fila del Carroccio, ha firmato di suo pugno il documento che unisce in matrimonio due uomini, Pasquale e Andrea, compagni da 11 anni.

«Discuteremo nei prossimi giorni il provvedimento che prenderemo nei suoi confronti - annuncia il segretario provinciale Lega Nord Dimitri Coin -. Di certo non possiamo permettere che uno dei nostri sindaci esca così sfacciatamente dalla linea politica che abbiamo. Siamo stanchi di persone che dopo essere state elette da noi vanno poi a sostenere le tesi della sinistra».

Dalle pagine del Corriere del Veneto il sindaco, 56 anni, si difende: «non ho fatto nulla di male, non ha a che fare con il partito e la politica. Io sono sempre stata coerente. È un contratto previsto per legge. Sono contraria alle adozioni delle coppie omosessuali e lo dico con convinzione, ma da sindaco ho applicato la legge».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati