usa 2016, Sicilia, Mondo
PRESIDENZIALI USA

Frasi sessiste, aumentano i repubblicani che scaricano Trump. E lui replica: ipocriti moralisti

NEW YORK. Si allunga di ora in ora la lista dei senatori e dei big del partito repubblicano che hanno deciso di scaricare Donald Trump chiedendo a gran voce le sue dimissioni. Una vera e propria rivolta guidata da personaggi del calibro di JOHN MCCAIN, senatore ed ex candidato presidenziale, e CONDOLEEZZA RICE, ex segretario di stato. Una fronda che sta creando non poco caos all'interno e ai vertici del Grand Old Party. Trump sempre piu' isolato, dunque. Anche se resiste un gruppo di 'fedelissimi' del tycoon, molti dei quali riuniti per tutto il giorno di sabato nel fortino della Trump Tower, sulla Fifth Avenue di Manhattan.

A partire dall'ex sindaco di New York, RUDY GIULIANI e il governatore del New Jersey CHRIS CHRISTIE. IL PARTITO DELLE DIMISSIONI. A chiederle almeno 16 senatori. Oltre a McCain, eletto in Arizona ed eroe di guerra, spiccano i nomi di LINDSEY GRAHAM del South Carolina, KELLY AYOTTE del New Hampshire, MARK KIRK dell'Illinois. Ma non si contano, oltre alla Rice, i big del partito contrari a Trump fin dal primo giorno della campagna elettorale: dall'intera famiglia BUSH (compresi i due ex presidenti) all'ex candidato presidenziale MITT ROMNEY.

Tra gli opponenti piu' famosi ancora l'ex governatore del Minnesota TIM PAWLENTY, l'ex candidata alla Casa Bianca CARLY FIORINA, l'ex numero uno di Cia e Nsa MICHAEL HAYDEN, il governatore dell'Ohio ed ex candidato presidenziale JOHN KASICH, l'ex segretario per la sicurezza nazionale TOM RIDGE, l'ex segretario al Tesoro HENRY PAULSON. IL GRUPPO DEI FEDELISSIMI. Comprende oltre a Giuliani e a Christie, l'ex candidato BEN CARSON e l'ex speaker della Camera NEWT GINGRICH. Lo appoggiano ancora, ma 'turandosi il naso', lo speaker della Camera PAUL RYAN, il capo del partito repubblicano REINCE PREIBUS, il leader della maggioranza al Senato MITCH MCCONNELL, gli ex candidati presidenziali TED CRUZ, MARCO RUBIO e SCOTT WALKER.
LA REPLICA DI TRUMP. "Ipocriti moralisti": cosi' su Twitter Donald Trump stronca i big del partito repubblicano che in queste ore a gran voce chiedono una sua uscita di scena, tra cui almeno 16 senatori e personalità di spicco come i Bush e Condoleezza Rice.

 

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati