"Qualcosa di nuovo", è passione toy boy per Micaela Ramazzotti e Paola Cortellesi

ROMA. Due quarantenni sole e un diciannovenne che le fa sbandare di brutto. Sintetizzata così sarebbe la prima storia italiana sulla moda del toy boy, in realtà "Qualcosa di nuovo", con la regia di Cristina Comencini e Paola Cortellesi e Micaela Ramazzotti a contendersi il giovane Eduardo Valdarnini è molto di più raccontando in chiave di commedia una storia di relazioni sentimentali, aspettative femminili, solitudini e voglia di leggerezza, persino di sesso senza troppi coinvolgimenti.

Il film, prodotto da Cattleya e Rai Cinema, in sala dal 13 ottobre con 350 copie distribuito da 01, è tratto da una pièce teatrale, "La scena", della stessa Comencini e avrebbe dovuto chiamarsi "Principianti assoluti", perché in realtà il terzetto si ritrova in un percorso di ''educazione sentimentale in cui sono tutti immaturi affettivi'', dice la Comencini.

Micaela Ramazzotti è Maria, tanti incontri tutti sbagliati e un'amica, Lucia, Paola Cortellesi. A metterle a repentaglio il ciclone testosteronico, Luca (Eduardo Valdarnini).

© Riproduzione riservata