Curiosity, marte, nasa, pianeti, Sicilia, Cronache tra le Stelle
NASA

Curiosity inizia una nuova fase di esplorazioni su Marte

MILANO. Curiosity comincia una nuova avventura su Marte: il rover della Nasa ha dato il via in queste ore ad una nuova fase di esplorazione che lo porterà a salire leggermente lungo le pendici del Monte Sharp, in una regione anticamente occupata da laghi.

Qui potrà 'assaggiare' di nuovo il terreno, in modo da capire per quanto tempo è esistito questo ambiente umido e potenzialmente favorevole alla vita: un altro obiettivo estremamente ambizioso per il rover, che questa estate si è visto prolungare di due anni la missione sul Pianeta Rosso.

Curiosity ha iniziato il nuovo biennio di lavoro proprio lo scorso 1 ottobre, mettendo nel mirino due nuove destinazioni lungo il fianco del monte Sharp: un crinale ricoperto di ematite, che dista 2,5 chilometri, e un letto di rocce argillose posto poco oltre.

Gli esperti della Nasa hanno selezionato queste due regioni perché argilla ed ematite si formano tipicamente in ambienti umidi. Non è un caso che questi siti si trovino nella parte superiore della cosiddetta formazione Murray: Curiosity ne ha già esplorato la parte più bassa, scoprendo che è composta principalmente da sedimenti fangosi accumulati sul fondo di antichi laghi.

La presenza di questi sedimenti indicherebbe che l'ambiente lacustre sarebbe stato duraturo: per quanto tempo sia esistito e in quali condizioni lo dirà forse Curiosity, che per circa un anno esplorerà la parte superiore della formazione Murray. Spostandosi verso l'alto, il rover potrà analizzare strati geologici via via sempre più recenti, in modo da scoprire per quanto tempo sono esistiti i laghi e dunque per quanto tempo le condizioni ambientali siano state favorevoli alla vita.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati