Sicilia, Cultura
CITTA' DA VIVERE

Ecco tutti gli appuntamenti di oggi in Sicilia

di

PALERMO

Da gustare

Si conclude oggi l’ottava edizione di Sherbeth, il festival del Gelato. Ecco gli appuntamenti previsti per oggi tra le vie Maqueda e corso Vittorio Emanuele.  Oggi alle 16 a piazza Bologni ci sarà lo Show Cooking di Giuseppe Pappalardo della Brioche Siciliana. Alle 16,30 al caffè del Teatro Massimo ci sarà il concorso “Procopio de coltelli”.  Alle 20 ci sarà il concerto di Musique du Role.

Appuntamenti

Partirà, alle ore 10 di oggi, con una dolce colazione la festa dei nonni a Villa Filippina.

Tutti i bambini accompagnati dai nonni che porteranno un libro usato avranno una ciambella in omaggio offerta dall’Algida. I libri raccolti saranno donati alla biblioteca di Villa Filippina.

La manifestazione, organizzata dalle associazioni: Urania, Kaleido, Clips ed Extroart, si svolgerá dalle ore 10:00 alle 13:00 con tanti appuntamenti per i bambini , alle ore 11:00 – “Disegno il mio Angelo Custode” – I bambini saranno invitati a disegnare il oro angelo custode con l'aiuto dei nonni.

Dalle 11:00 e 12:30 Visite guidate al Planetario - Spettacolo dedicato ai miti e leggende del cielo: La figura di Zeus padre e nonno (con turni di max 40 persone); sul prato della villa si potrà osservare e fotografare il Sole al telescopio!! Durante tutta la mattina, l'area baby parking e ludoteca rimarrà aperta.

Oggi a partire dalle ore 16,30, prenderà il via la 9^ edizione della Giornata per la solidarietà infantile“l’Ape laboriosa-  Bambini che aiutano altri bambini”. Si rinnova l’appuntamento, organizzato dalla Associazione di volontariato Clips Servizi per l’Arte nella piazza Henry Dunant (di fronte al Centro Commerciale La Torre) arredata per l’occasione con una lunga tela che i bambini, con particolare attenzione ai bambini diversamente abili, dipingeranno tutti insieme ispirandosi agli Angeli, messaggeri di pace.

Nella grande piazza, sarà distesa una tela di circa 400 mt, dove i piccoli artisti e non solo, dipingeranno in diretta mentre tutto attorno sarà ricreata un’atmosfera di puro divertimento con giocolieri e i clown dell’associazione Viviamo in Positivo, con divertenti coreografie e palloncini colorati, gadget e zucchero filato. Con la partecipazione straordinaria del Gruppo Cinofilo della Guardia di Finanza con i loro simpatici amici a quattro zampe. Per l’occasione sarà possibile fare una foto ricordo anche con le mascotte ufficiali (dell’animazione King) di Masha e Orso.

Tutti i piccoli artisti saranno seguiti dalle associazioni di volontariato: Croce Rossa Italiana Comitato di Palermo; Extroart, Associazione Nazionale Carabinieri, Sindrome di Williams, Nuovo Sentiero, Anirbas, Aiutando-Ci, Associazione Famiglie Affidatarie Palermo, Viviamo in Positivo, Kaleido, Urania, Fondazione Wanted e dall’Istituto Comprensivo Statale Scuola dell’Infanzia Carol Wojtyla con i docenti, Sabrina Marraffa, Mery Tegolo, Roberta Gullo, Roberta Croce, Giuseppina Mantegna, Marianna Solito e Adele Campo.

C’è chi è convinto che l’autunno sia la più bella stagione, la migliore per godersi il mare che in questi giorni non ha nulla da invidiare ai Caraibi; c’è invece chi non ha mai smesso di frequentarlo, e adesso continua imperterrito, complici le giornate di sole ancora caldo e un’acqua invidiabile. Per tutti questi affezionati e per i turisti che ancora accorrono sulle spiagge, la Mondello Italo Belga ha deciso quest’anno di offrire ancora i servizi. Oggi  il Lido Stabilimento rimarrà infatti aperto dalle 9 alle 17.

I clienti abbonati dei tre lidi, potranno utilizzare i servizi della spiaggia usufruendo di uno sconto del 50% sulla tariffa giornaliera. Da lunedì, invece, e per tutto il mese di ottobre, il lido resterà aperto dalle 9 alle 17: una porzione offrirà i servizi di spiaggia attrezzata per clienti giornalieri e gli ospiti del Mondello Palace Hotel, mentre in una seconda zona sarà riproposta la spiaggia low cost (4 euro). Le tariffe di riferimento saranno quelle dei mesi di bassa stagione: 10 euro tutta la giornata (16 euro per la coppia, 24 per tre persone), la metà dalle 14 in poi; 6/3 euro il solarium.

Si chiuderà oggi con una festa speciale alla Casina Cinese, la grande iniziativa“Più tua Palermo” organizzata nell’ambi to del tour nazionale “Il Gioco più tuo in tour”, manifestazione che Il Gioco del Lotto sta portando nelle città italiane corrispondenti alle Ruote del Lotto  per incoraggiare i cittadini a riscoprire la propria città. Dalle ore 17 alle ore 20 – Viale Duca degli Abruzzi , ingresso libero

Il gran finale di “Più tua Palermo” sarà di scena alla Real Casina Cinese con uno spettacolo dai toni circensi per riscoprire un luogo caro ai palermitani e che il Gioco del Lotto contribuirà a riportare all’antico splendore restaurando gli antichi lampadari. Oltre alle visite guidate, condotte da esperti e completamente gratuite, lungo il viale del parco che circonda la casina sarà possibile divertirsi tra numeri musicali, saltimbanchi, trampolieri; degustazione di granite e gelati proposti  dai caratteristici carrettini.

Prende il via la Festa dello Sport in Costa Sud, recentemente rivalutata e con attività di recupero ancora in corso. Anche durante questa manifestazione si terranno una serie di attività sportive, rivolte a tutte le età, e tra le tante non mancheranno quelle curate dai ragazzi di YouDive Club Capo Gallo.

 

 

 

 

LE VIE DEI TESORI

Novantadue luoghi della città, aperti a curiosi e appassionati, cittadini e turisti. Per il suo decennale LeVie dei Tesori apre di fatto l’intera città.  I luoghi inediti sono trenta. Il viaggio potrebbe dunque partire proprio dall’itinerario liberty: aprono infatti le porte i tre “villini” disegnati dai Basile: Villino Florio all’Olivuzza, quintessenza di volute e intagli floreali, distrutto da un incendio doloso nel 1962 e oggi restaurato, sale e arredi; Villino Favaloro, con la sua torretta e legante e il giardino d’inverno, che un domani ospiterà il Museo della fotografia intitolato a Enzo Sellerio. E infine il più sconosciuto, Villino Ida che Ernesto Basile fece costruire per l’adorata moglie: elegante, poco appariscente, nasconde soffitti delicatamente affrescati, lo studio privato dell’architetto, la sua biblioteca.

Tutti i villini apriranno ogni weekend: venerdì e sabato dalle 10 alle 17,30, la domenica fino alle 13,30. Il viaggio può continuare alla scoperta dei palazzi nobiliari: si aprono le porte dell’ottocentesco Palazzo De Gregorio, che ospitò Lord Nelson e Lady Hamilton, il maestro di cappella Benedetto Baldi e Richard Wagner (venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 17,30); e quelle di Palazzo Zingone Trabia, addossato alla vecchia cinta muraria ormai scomparsa, ristrutturato più volte, affrescato e stuccato, con un’alcova segreta, straordinariamente simile a quella di Palazzo Bonocore (sabato e domenica dalle 10 alle 17,30); il pubblico potrà entrare a Villa Pottino, angolo verde inaspettato in città, sfuggito miracolosamente al "sacco di Palermo".

Si potrà scendere nel rifugio antiaereo della Seconda guerra mondiale sotto piazza Pretoria (tutti i weekend, dalle 10 alle 17,30), oppure scoprire che la rivoltella di Dumas padre è conservata al Museo del Risorgimento appena riaperto (tutti i weekend, dalle 9 alle 12,30); si potrà visitare finalmente il Museo Salinasrestaurato da poche settimane (nei weekend, dalle 10 alle 17,30) o scoprire la collezione di gessi della Gipsoteca di Palazzo Ziino (nei weekend, dalle 9 alle 14) o ancora passeggiare tra piante rare, succulente e plumelie nei nobili giardini di Palazzo Reale (ogni venerdì e sabato dalle 9 alle 16, domenica dalle 9 alle 12).

E che dire dei simboli misteriosi della Sala del Calendario liturgico nel convento di San Domenico? Sarà aperta sabato dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17.30, domenica dalle 10 alle 12).  Il viaggio per chiese, oratori e cappelle è infinito. Oltre a quelle più conosciute, peraltro colme di stucchi e gioielli d’arte, aprono le porte la chiesa inferiore della Cappella Palatina, semplice e sconosciuta sotto l’opulenza della consorella al piano superiore (ogni venerdì e sabato dalle 9 alle 16, domenica dalle 9 alle 12); la chiesa del Carmine Maggiore di cui tutti riconoscono la cupola maiolicata ma non gli interni stuccati dal Serpotta e affrescati dal Novelli (venerdì, sabato e domenica dalle 11 alle 17.30). La Confraternita degli staffieri si riuniva nella chiesa dell’Angelo Custode, e la confraternita di San Sebastiano nella cappella omonima, spogliata e distrutta (sabato e domenica dalle 10 alle 17,30); mentre Santa Maria di Portosalvo nacque per volere del Generale delle Galere scampato a un naufragio (sabato dalle 10 alle 17.30, domenica dalle 14 alle 17.30).

Sant’Orsola dei Negri e la sottostante cripta dell’Oratorio della morte in Sant’Orsola sono un trionfo serpottiano ma di genere inedito: qui non volano putti e amorini, ma si srotola il repertorio della morte visto che la Compagnia di Sant’Orsola si occupava delle messe di suffragio e della sepoltura dei defunti del quartiere dell’Albergheria (sabato e domenica dalle 10 alle 17,30). Poco lontano, la Chiesa dell’Assunt a nacque come cappella dei duchi di Montalto che la vollero affrescata dal Borremans (sabato dalle 10 alle 17.30 e domenica dalle 14 alle 17.30); al fiammingo si devono anche le decorazioni della Chiesa dei SS. 40 Martiri alla Guilla, tra le bancarelle del Capo (sabato e domenica dalle 10 alle 17,30).

La Gancia è un gioiello cinquecentesco, protagonista poi delle rivolte del 1860 (sabato dalle 10 alle 13, domenica dalle 15 alle 17,30), mentre la chiesa e la cripta di San Matteo sono uno splendido esempio dell’opulento barocco seicentesco (sabato e domenica dalle 10 alle 17.30). Infine, tra i luoghi inediti di quest’anno, non sono da dimenticare gli istituti e le biblioteche: la casa degli orfani di Padre Messina, affacciata sul mare di Sant’Erasmo (sabato e domenica dalle 10,30 alle 17,30) l’Istituto Regina Margherita ospitato nell’ex convento basiliano del Santissimo Salvatore (solo la domenica dalle 10 alle 17.30) e la biblioteca di Casa Professa con il suo preziosismo corpus di codici membranacei e cartacei, tutti manoscritti da eruditi palermitani tra il ‘500 e il ‘700 (soltanto questo week end, dalle 10 alle 17.30).

Sul sito www.leviedeitesori.it si acquistano facilmente i coupon per le visite guidate (un coupon da 10 euro è valido per 10 visite guidate, un coupon da 5 euro per 4 visite guidate, un coupon da 2 euro per 1 visita guidata). Per gli “allergici alla tecnologia” sono stati istituiti otto centri dove è possibile trovare i coupon cartacei: Cappella dei Falegna mi, Cortile dell’ex facoltà di Giurisprudenza, via Maqueda; Oratorio del SS Salvatore, corso Vittorio Emanuele; Teatro Politeama; Chiesa del Piliere (di fronte a Palazzo Branciforte); Oratorio di San Lorenzo, via Immacolatella (vicino piazza San Francesco d’Assisi);Oratorio di San Mercurio, cortile San Giovanni degli Eremiti 2; Villa Airoldi, piazza Leoni; Centro informazioni del Festival, via Emerico Amari, 38 (aperto ogni giorno dalle 10 alle 18). Nei luoghi sarà possibile trovare soltanto i biglietti cartacei validi per una visita singola. È attivo ogni giorno dalle 10 alle 18 il centro informazioni al 091.8420062. Un’app scaricabile gratuitamente, in inglese e francese. All’ingresso di ciascuno dei 90 luoghi si potrà, grazie a un QR code, ricevere le descrizioni dei siti.

 

Da  vedere

All’EcoMuseo Urbano "Mare Memoria Viva", ex Deposito delle Locomotive di Sant’Erasmo di via Messina Marine, 27, è possibile visitare la mostra delle opere selezionate del concorso “Che cupola” che resterà in esposizione all'EcoMuseo Urbano fino al 30 ottobre 2016.  Ingresso libero.

 

Per la prima volta alla chiesa di Santa Maria del Piliere apre le proprie porte all’arte contemporanea con la mostra Ex voto/Ex novo. Il progetto è di Pamela Bono e Danilo Lo Piccolo promosso dall’associazione Amici dei Musei Siciliani. Tutti i giorni dalle 10 alle 18. Biglietti 2.50 / 1.50 euro.

 

CATANIA

Da sentire

Un racconto stravagante – tra musica e poesia - sulla dicotomia amore-morte, dove l’estasi è la condizione necessaria alla perdita di sé e al sapersi ritrovare con gli altri, nella gioia e nel dolore. Sulla scena del Castello Ursino, per Classica & Dintorni 2016, alle ore 21 di oggi, sono il clavicembalista Enrico Dibennardo e il musicista e performer Raffaele Schiavo con “Amor Sacro Amor Profano. Giochi teatrali e musicali alle corti italiane del XVII secolo”.

Sulle impalcature musicali del cinquecento e le tessiture melodiche di autori come Monteverdi, Caccini e Landi, si snoda la narrazione dissacrante di un cantastorie e compositore di corte stregato dalla moglie del suo dottore e della curiosa triangolazione affettiva e creativa che si verrà a creare fra i tre protagonisti. Al clavicembalo il m° Dibennardo, che oltre a essere diplomato in Composizione, Prepolifonia, Pianoforte, Clavicembalo, Musica corale e Direzione di coro, ha partecipato a numerose incisioni discografiche di autori del passato e si è esibito in concerti per prestigiose emittenti radiofoniche come Radio Vaticana, Rai tre e Radio Classica.

Raffaele Lo Schiavo, diplomato in Canto e in Musicoterapia ad Assisi è esperto nella vocalità antica, nella polifonia vocale e nella tecnica del Canto degli Armonici. È impegnato nel campo delle cure palliative e del fine-vita, sia per l'ambito della clinica che della formazione, riscuotendo consensi in Italia e all'estero per il suo training socio-musicale.

Il calendario 2016 di Classica & Dintorni da domani, lunedì 3 ottobre, si sposta al Cortile Platamone, sempre alle ore 21. Di scena gli alunni del Liceo Musicale Turrisi Colonna di Catania in collaborazione con l’omonima onlus.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati