cancro, frecciarossa, vita, Sicilia, Vita
SALUTE

La prevenzione del cancro al seno si fa sui Frecciarossa

ROMA. Visite senologiche gratuite e distribuzione del 'Vademecum della Salutè. Anche quest'anno, per la sesta edizione, la prevenzione contro il cancro al seno »viaggia ad alta velocità« sulle Frecce di Trenitalia. Dal 3 al 14 ottobre, nel mese dedicato alla prevenzione delle malattie che colpiscono le donne, infatti, la Società di trasporto del Gruppo FS sostiene e partecipa, mettendo a disposizione i propri treni, alla campagna di sensibilizzazione Frecciarosa 2016, promossa con l'Associazione IncontraDonna Onlus e il patrocinio del ministero della Salute.

L'iniziativa, che vede il sostegno di Farmindustria ed Elior, mira a promuovere i corretti stili di vita per combattere il tumore al seno e il virus del papilloma, ed è stata presentata oggi al ministero della Salute alla presenza del ministro Beatrice Lorenzin, dell'amministratrice delegata di Trenitalia, Barbara Morgante, della presidente di IncontraDonna Onlus, Adriana Bonifacino e del direttore generale di Farmindustria, Enrica Giorgetti. Madrina dell'evento Milly Carlucci e testimonial dell'iniziativa Carolyn Smith. Dal 3 al 14 ottobre, dunque, a bordo di alcune Frecce di Trenitalia personale e volontari distribuiranno il Vademecum e su diverse Frecce saranno inoltre presenti medici specializzati per consulenze, visite gratuite al seno e consigli sulla prevenzione. Per l'occasione Trenitalia ha previsto un Buono Sconto di 10 euro rivolto alle clienti socie di CartaFRECCIA per acquisti e viaggi sino a fine ottobre.

Nelle giornate di giovedì 6 e venerdì 7 ottobre la campagna sarà ospitata anche a bordo di due treni Intercity che viaggeranno da Catania a Messina e viceversa. L'obiettivo fondamentale è dunque quello di promuovere la prevenzione 'in rosà, ancora purtroppo carente soprattutto nel Sud Italia, come ha sottolineato Lorenzin: "Su 3 milioni di lettere di richiamo inviate per invitare ad effettuare l'esame di mammografia, risponde in media all'invito solo la metà delle donne italiane, ed il problema è più accentuato al Sud, specialmente in Calabria. Ma quello mirato alla prevenzione - ha avvertito - deve essere un lavoro continuo e questa è una battaglia che dobbiamo fare e che non possiamo perdere".  "Il 47% dei nostri clienti è donna - ha inoltre affermato  Morgante - e grazie a questa iniziativa abbiamo tanti medici specialisti a disposizione, ma l'informazione è rivolta naturalmente anche agli uomini«. Una campagna che »nelle cinque edizioni precedenti ha incontrato diversi milioni di italiani«, ha ricordato Bonifacino. Un invito a "prendere coscienza del problema e combatterlo in tutti i modi, tutte insieme" è giunto da Milly Carlucci e Carolyn Smith, mentre  Giorgetti ha sottolineato l'importanza della »medicina al femminilè, ricordando come siano «850 i farmaci in sviluppo nel mondo per le patologie che colpiscono di più l'universo femminile». Lunedì 3 ottobre appuntamento nella stazione di Roma Termini per la partenza del primo Frecciarosa dell'edizione 2016.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati